A Copertino emergenza allagamenti

Valentino, vicepresidente del Consiglio Comunale, interroga l'amministrazione su pulizia di tombini e griglie di raccolta delle acque

Il vice presidente del Consiglio Comunale di Copertino, Mauro Valentino (Io Sud), sottopone al sindaco Giuseppe Rosafio e all’assessore alle Manutenzioni, Mario Martina, un'interrogazione consiliare per l'adozione di un programma d’intervento immediato su pulizia di tombini e griglie di raccolta delle acque meteoriche

tombino galatina

Scrive Valentino che, con l'avvio della stagione delle piogge, si ripresenta il problema “dei continui e ripetuti allagamenti che ad ogni intenso acquazzone mettono seriamente in pericolo l'incolumità dei cittadini causando danni ingenti alle abitazioni puntualmente inondate”. Premettendo che la maggior parte del territorio è oggetto di un oramai gravissimo dissesto idrogeologico a cui anche è stato dato un grosso contributo, in termini negativi, di facili concessioni edilizie e cementificazione selvaggio, Valentino fa riferimento, in particolare, ad alcune vie funestate da tale problematica: via C. Mariano, via Sciesa, via Toselli (nei pressi del vecchio ospedale ora Rsa), via Turati, via Bari, via Puglia, via Lore’, compreso il sottovia (nei pressi della villa comunale), primo tratto di via Corsica. “Ed è straordinariamente emozionante – dice il vice presidente – ma allo stesso tempo un pugno negli occhi per le istituzioni, vedere nei giorni 'di piena delle strade', l’operosità di alcuni cittadini che armati di attrezzi fortuiti cercano di liberare, riuscendoci, i tombini intasati. Ogni volta è un disastro annunciato, una situazione drammatica per molti nostri concittadini. Per porre fine a tutto ciò è necessario pensare ad un progetto serio e fattibile che miri alla soluzione del problema nel suo insieme. E’una situazione non più procrastinabile, non è possibile contrastare tale emergenza con sporadici e singoli interventi, ove ve ne fossero, oppure attendendo che cadano dal cielo milioni di euro. E comunque in attesa di risolutivi interventi straordinari sarebbe opportuno che l’amministrazione, in tale circostanza, si impegnasse a fare l’ordinario predisponendo ed inserendo tra le priorità d’intervento, nel mese di settembre, la pulizia dei tombini, delle griglie, delle bocche di scarico, delle vasche di accumulo in via Toselli e Sciesa, al fine di scongiurare o limitare l’entità degli allagamenti. La maggior parte dei tombini si trovano nella situazione del tombino in foto, sito in piazza Umberto I, ostruito all’inverosimile tanto da confondersi con la sede stradale. Difficilmente durante la stagione estiva si riesce a pensare, ma si dovrebbe, ad una seria programmazione degli interventi, probabilmente perché il sole d’agosto riesce a far dimenticare le pene dell’inferno che la cittadinanza è costretta a subire in inverno per allagamenti causati da tombini ostruiti. Perché non pensarci in tempo? Perché non partire già da ora? Perché anzichè effettuare interventi a macchia di leopardo non si individuano prioritariamente quelle strade più a rischio nelle quali poter intervenire radicalmente? Pertanto interrogo l’assessore alle Manutenzioni sulle modalità d’intervento in merito alla problematica in oggetto invitandolo a voler già da subito pianificare ed effettuare in tutto il territorio cittadino i necessari interventi preventivi di pulizia dei tombini e delle relative condotte di collegamento, valutando l’ipotesi dell’acquisto di una macchina escavatrice aspirante utilissima per l’esecuzione di tali lavori in brevissimo tempo e con maggior risparmio economico per le casse comunali. Prevenzione e programmazione dunque, questo dovrebbe essere il motto di palazzo Briganti nell’affrontare le annose problematiche legate alla mancata pulizia di tombini e griglie che hanno sempre rappresentato la principale causa degli allagamenti nelle strade cittadine”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!