Tenta di uccidere la sorella. Poi si barrica in casa

Sfonda il portone dell'abitazione della donna e la minaccia di morte con un martello e una mazza ferrata. Coinvolto anche il suocero di lei

Arrestato, in flagranza di reato, per tentato omicidio, violenza privata e danneggiamento, Mimino Nicolaci 34enne del posto. E' accaduto a Copertino, nel primo pomeriggio di oggi. Ma i fatti erano avvenuti nella mattinata odierna, quando, successivamente a litigi avvenuti per futili motivi e nei confronti della propria sorella e del suocero di quest’ultima, Mimino Nicolaci si è reso responsabile dello sfondamento e danneggiamento, mediante un’autovettura Peugeot 307, del portone d’ingresso dell’abitazione della donna. Poi, una volta sfondato il portone ed entrato in casa, l’uomo, li ha minacciati di morte, tramite l’utilizzo di un martello da carpenteria e di una mazza ferrata. Il 36enne, compreso che le vittime avevano chiamato in soccorso i carabinieri della locale tenenza, allo scopo di sottrarsi alla cattura, è rientrato nella sua abitazione barricandosi, ma i carabinieri sono riusciti a entrare e bloccarlo. Dopo le formalità di rito, su disposizione del magistrato di turno, l’uomo è stato associato presso la casa circondariale di Lecce.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!