Il Salento in 3D

Mostra fotografica tridimensionale sull’architettura salentina, dalle origini al XX secolo. Assegnata all'iniziativa una medaglia dalla Presidenza della Repubblica

Sarà possibile visitare la mostra fotografica a colori in tecnica 3D, “La Terza Dimensione del Salento”, organizzata dal Comune di Specchia, in occasione della XXIV Mostra D’Antiquariato che si svolgerà presso la suggestiva cornice del Castello di Copertino dal 28 agosto al 5 settembre prossimi con orario d’apertura dalle ore 18 alle ore 22.30. Ad ogni edizione, la Mostra richiama migliaia di visitatori che giunti a Copertino apprezzano le bellezze dell'imponente Castello, che nei giorni della mostra torna a rivivere gli antichi fasti. La mostra è stata aperta presso il Castello Risolo a Specchia dal 1 al 22 agosto scorsi ed è stata ammirata da circa 4.000 visitatori, quantificati dal numero di occhiali utilizzati per la visione. L’approvazione più importante per “La Terza Dimensione del Salento”, è giunto dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, che oltre a riconoscere il suo Alto Patronato, ha voluto assegnare al progetto, quale suo premio di rappresentanza, una medaglia, riconoscendo pienamente l’importanza dell’iniziativa.

medaglia

Non era mai accaduto sinora che un lavoro ideato e realizzato a Specchia fosse premiato con un simile riconoscimento, e questo è per Specchia un motivo di orgoglio, con l’onore di aver realizzato una cosa gradita al Presidente della Repubblica. La mostra vanta, inoltre, i patrocini della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Regione Puglia, della Provincia di Lecce, dell’Apt di Lecce e della Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa. Nell’ambito degli eventi dell’”Estate Specchiese 2010”, l’amministrazione comunale ha organizzato, prima volta assoluta in Italia, un’esposizione di foto tridimensionali, realizzate con un originale sistema tecnologico: i più importanti siti d’interesse storico, culturale e artistico della provincia di Lecce sono stati ripresi con un particolare metodo fotografico e, attraverso un software implementato ad hoc, riprodotti in una particolarissima mostra, unica nel suo genere e visionabile per mezzo di speciali occhiali (lenti rosso-ciano), in grado di suscitare nel visitatore sensazioni straordinarie. L’innovativa esposizione permette di ottenere particolari fotografie, nelle quali, vengono sovrapposti due differenti punti di vista; l’utilizzo degli speciali occhialini favorisce la composizione delle due immagini a livello celebrale, con la conseguente ricostruzione tridimensionale del soggetto ripreso in foto. Tema dell’esposizione è l’architettura salentina, dalle origini al XX secolo; per la prima volta, infatti, si ha la possibilità di osservare l’intera penisola salentina, attraverso le sue bellezze, come mai è stato possibile fino a oggi: tutti gli edifici, tutte le chiese, tutte le piazze, tutti i monumenti, ricostruiti in un 3D fotografico. Sono trentanove località del Salento, scelte tra quelle in cui hanno sede i più importanti siti architettonici della provincia di Lecce.

collepasso

(Collepasso in 3D)

Specchia

(Specchia in 3D)

Meledugno

(Melendugno in 3D)

Lecce

(Lecce in 3D) Ottantaquattro fotografie tridimensionali, divise su cinquanta pannelli. Due pannelli contenenti ciascuno una foto, mostrano le differenze tra una normale foto bidimensionale (2D) e una tridimensionale (3D). Per ciascuna delle ottantaquattro foto vi è una dettagliata didascalia che ripercorre la storia del soggetto ripreso, dalla costruzione sino al presente. Il catalogo dell’esposizione è un innovativo e sensazionale album fotografico della provincia di Lecce e a disposizione di quanti vorranno conservare, per sempre, un emozionante ricordo del Salento.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!