Progetto “La frutta nelle scuole”

Dario Stefàno, assessore per l'Agroalimentare: “In Puglia abbiamo un paniere di prodotti unico, che ritroviamo nell’elenco ministeriale e che possiamo somministrare a chilometro zero”

La Conferenza Permanente Stato – Regioni ha espresso l’intesa sul programma nazionale “Frutta nelle Scuole” – Strategia nazionale – anno scolastico 2010/2011 applicativa del Regolamento Ce 288/09. Si tratta di un provvedimento che permette a circa 155 mila bambini delle scuole elementari pugliesi, su una popolazione scolastica di 220 mila alunni, di beneficiare della somministrazione di frutta e verdura, per almeno 28 distribuzioni, durante l’anno scolastico 2010/2011 (16 distributori di frutta lavata e igienizzata; 8 distributori di frutta IV^ gamma; 2 distributori di verdura, 2 distributori di spremute). L’importo finanziario della misura è pari, per il bando Puglia-Molise-Abruzzo, a circa 5.500.000 euro. Un finanziamento che consentirà al Programma “Frutta nelle Scuole” nelle tre regioni di raggiungere nell’anno scolastico 2010/2011 circa 200 mila bambini. Il programma prevede, oltre alla somministrazione di almeno 8 specie frutticole e 2 specie orticole, la realizzazione di misure di accompagnamento a favore degli alunni, volte a far conoscere l’importanza della frutta e del suo consumo in una sana ed equilibrata abitudine alimentare. Potranno essere effettuate, infatti, le seguenti iniziative: Frutta day, visite alle fattorie didattiche, ai musei dell’alimentazione, alle aziende agricole, ai farmer market, allestimento nelle scuole di orti botanici, laboratori sensoriali, distribuzione di gadget, programmi di educazione alimentare. Per la realizzazione del programma, nei primi giorni di agosto è stato emanato dal Ministero alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, (consultare il sito www.politicheagricole.gov.it) apposito avviso al quale potranno partecipare le Organizzazioni di Produttori, le Associazioni di Organizzazioni di produttori, le organizzazioni comuni riconosciute ai sensi del D.Lvo 102/05, le forme associate o aggregazioni di produttori, i raggruppamenti temporanei d’impresa con proprie offerte economiche. La somministrazione di frutta e verdura dovrebbe avere inizio già con l’apertura delle scuole. “In Puglia – sottolinea l’assessore alle Risorse Agroalimentari Dario Stefàno – abbiamo un paniere di prodotti unico al mondo. Sono prodotti che ritroviamo nell’elenco ministeriale e che noi abbiamo la fortuna, al contrario di altre regioni italiane, di somministrare a chilometro zero”. “L’auspicio è che i nostri produttori, anche attraverso le organizzazioni di categoria, partecipino attivamente al Programma rispondendo al bando ministeriale sia per la fornitura della frutta e della verdura sia per quanto riguarda le iniziative collaterali”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment