Palio delle Contrade a Galatone, sesta edizione

Uno spettacolo per tornare indietro nel tempo con grandi macchine, scenari medievali e partecipanti in costume

Anche quest'anno si terrà il 22 agosto, alle 19,30, il “Palio delle Contrade”, nello stadio comunale della città di Galatone. La manifestazione, svolta col patrocinio del Comune e della Provincia di Lecce, e da ques'’anno anche della Regione Puglia, nonché con il contributo di nobili aziende locali, è interamente organizzata dell'associazione “CREATTIVAmens” di Galatone e ideata dal Sig. Giuseppe Manisco, cittadino galatonese, profondamente impegnato nella crescita sociale e culturale del suo paese, essendosi distinto anche in occasioni ed iniziative precedenti. Egli è infatti anche il realizzatore delle “Macchine” di Leonardo da Vinci, ormai da più di un anno in mostra in varie e prestigiose location: Castello di Acaya (Lecce), Castello di Argirocastro (Albania), Chiesa di San Sebastiano (Lecce) e tuttora presso l’antico insediamento di Roca Nuova (Melendugno – Lecce). La passione per la storia e per il Medioevo ha portato il Sig. Manisco a voler proporre uno spettacolo in grado di far tornare indietro nel tempo, nonostante tutto ciò sia lontano dalla sua professione di Capo Turno del Centro Operativo Enel – province di Lecce, Brindisi e Taranto. L’ingegno e l’abilità nella lavorazione dei materiali gli hanno permesso di ideare un evento di sempre maggior successo, reso ancora più suggestivo da grandi macchine e scenari medievali, realizzati in prima persona. Tiro alla fune, tiro della traglia, percorso accidentato, lancio di palle infuocate con autentiche catapulte, tiro con l’arco, lancio del giavellotto, gioco della foresta, cuccagna, giostra dei cavalieri, rappresentazioni parateatrali su episodi della storia del paese hanno affascinato il sempre più numeroso ed entusiasta pubblico accorso per l’occasione nelle precedenti edizioni, arricchite, come anche quest’anno, dalla presenza di importanti gruppi esterni: i Cavalieri della Disfida di Barletta, gli Sbandieratori di Carovigno e il gruppo di rievocazioni storiche Historia di Bari. Lo spettacolo mira ad evolvere di edizione in edizione, non soltanto nel senso del livello qualitativo, ma anche nella scelta delle attrazioni e delle novità proposte, mantenendo sempre il tutto in un accattivante contesto scenografico creato appositamente, con musiche d’altri tempi, incalzanti motivi di trombettieri e suonatori di corno, la spettacolare e suggestiva esibizione di archibugieri, tutti i partecipanti rigorosamente in costume. Immediata è, infatti, la distinzione delle quattro contrade in cui Galatone è divisa: Cappuccini, Castello, Pommo e Vasce. Cinque soldati ed un cavaliere, per ogni contrada, affrontano e sfidano i rispettivi avversari per conquistare l’agognato Gonfalone, motivo di vanto per la contrada vincitrice, che avrà l’onore di custodirlo per un intero anno, finché una nuova sfida premierà i più meritevoli. L’iniziativa costituisce un momento di sano divertimento per tutti i cittadini di questo bellissimo centro salentino, dei suoi turisti, ma soprattutto delle decine di giovani direttamente coinvolti nei suggestivi giochi. Arrivati alla sesta edizione, si riscontra una forte attesa ed un vivo coinvolgimento dell’intera cittadinanza, sempre più motivata nell’identificarsi nella contrada di appartenenza.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!