Le Officine Rock Fest a Pescoluse

Garnet, Fonokit e Rezophonic saranno i protagonisti sul palco della manifestazione

A ferragosto, il rock alternativo è di scena con molti dei suoi protagonisti al Parco dei Gigli di Pescoluse (Marina di Salve). Garnet: una promettente realtà salentina che si sta facendo conoscere in tutta Italia e reduci dal successo dell'Heiniken Jammin' Festival Contest 2010 di Venezia; la loro canzone “Distanze” è presente nella compilation 2009 di Amnesty International e sono stati selezionati tra le 12 band italiane che hanno partecipato alla trasmissione “Sala Prove” in onda su Rock Tv. Fonokit: I Fonokit, sono uno dei gruppi di punta della scena Salentina, fucina di talenti eclettici e avanguardisti. Connotati dall’approccio musicale indie – rock di influenza British i Fonokit sono inclini da sempre alla sperimentazione sonora e allo sviluppo di nuove formule, restando all’interno di un concetto eticamente “punk” inteso come devozione alla semplicità. Nei Fonokit, testi che prendono spunto dal vissuto reale, si sviluppano in versi dal carattere visionario risonanti sulle corde di una poetica sensibile agli influssi decadenti dei primi anni novanta. Rezophonic: un progetto discografico del quale fanno parte numerosi artisti della scena musicale alternativa italiana tra cui Cristina Scabbia (Lacuna Coil), Eva Poles (Prozac+), Marco Cocci (Malfunk), Max Zanotti (Deasonica), Pino Scotto, Diego Mancino e tanti altri. L’iniziativa è di Mario Riso, storico batterista nel panorama rock italiano e socio fondatore del canale satellitare Rock TV. Rezophonic è molto più che una proposta discografica: è una vera e propria iniziativa umanitaria. Nato per celebrare i vent’anni di carriera artistica di Mario Riso e realizzato con il supporto tecnico di Marco Trentacoste, sostiene il progetto idrico di Amref Italia, che ha come scopo la realizzazione di pozzi d’acqua nel Kajiado, una delle regioni più aride dell’Est Africa, e del mondo, ai confini fra Kenya e Tanzania, per “Offrire da bere a chi ha veramente sete”. Il progetto trova subito l’appoggio di prestigiosi artisti per la prima produzione discografica, 15 brani più una bonus track, tra cui capolavori come “L’uomo di plastica” e “Can you hear me”. “Officine Rock Fest” è una produzione Officine Musicali (scuola di musica moderna) in collaborazione con il Comune di Salve. Inizio alle ore 21 – ingresso libero

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!