L'Assessore Provinciale Pando interviene sul caso del Palazzetto dello sport di Copertino

L’Assessore Provinciale Pando: “Il Palazzetto dello sport di Copertino tornerà ad essere centro di riferimento sportivo e di aggregazione sociale”

In relazione a quanto apparso sulla stampa nei giorni scorsi a proposito del Palazzetto dello Sport di Copertino, l’assessore provinciale Pierluigi Pando precisa quanto segue: “Per permettere la riapertura e l’utilizzo del Palasport di Copertino, il presidente Gabellone e io stesso, già da tempo, abbiamo dimostrato interesse e ancora oggi continuiamo a farlo monitorandone l’operato degli uffici preposti alla risoluzione delle problematiche della struttura” dichiara. “Per essere più precisi, a settembre 2009, con mandato del Presidente Gabellone, ho chiesto ed ottenuto un primo sopralluogo tecnico, per individuare, valutare e risolvere le problematiche legate al non utilizzo del palazzetto nel corso dell’ultimo anno scolastico da attribuire a due fattori: gestionale e strutturale”. “Il fattore gestionale, di competenza del Dirigente Scolastico, era dovuto principalmente alla carenza di collaboratori scolastici (cinque per sei plessi) non in grado di garantire i servizi di pulizia, sorveglianza e custodia del Palazzetto, specialmente durante l’utilizzo della struttura in orario extradidattico”. “Il fattore strutturale, di competenza della Provincia, evidenziava la necessità di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria negli spogliatoi e sulle coperture, e richiedeva l’acquisizione definitiva del Certificato di Prevenzione Incendi sia per uso didattico che per eventi sportivi con la presenza di pubblico”. Continua l’assessore Pando: “La Provincia, con l’ausilio degli uffici competenti, ha già eseguito alcuni interventi di manutenzione sia ordinaria che straordinaria e ha già attivato tutte le procedure necessarie per raggiungere i seguenti obiettivi: utilizzo del Palazzetto per uso didattico, sia dagli studenti dell’I.T.C. che da quelli del Liceo Scientifico, con il coinvolgimento diretto dei Dirigenti Scolastici; intervento di manutenzione straordinaria (già inserito nel piano triennale delle opere pubbliche) su tutto il complesso scolastico ed in particolare sulle coperture del Palazzotto; fruizione della struttura durante l’orario extrascolastico con il coinvolgimento diretto del Comune di Copertino, che sarà garante e regolamenterà, di concerto con l’Assessorato competente della Provincia di Lecce, l’utilizzo del campo da gioco, degli spogliatoi e delle attrezzature esistenti da parte di associazioni e società sportive del territorio; acquisizione definitiva di tutte le certificazioni e autorizzazioni necessarie affinché il Palasport di Copertino ritorni ad essere riferimento sportivo e di aggregazione sociale di tutto il territorio provinciale”. “Pertanto bene ha fatto il Consigliere Comunale Mauro Valentino a mostrare interesse per il Palasport di Copertino, meglio avrebbe fatto se si fosse per tempo documentato sullo stato in essere dell’operato dell’Amministrazione provinciale”, conclude l’assessore Pando.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment