In vacanza con Fuffy. Il Salento è pronto

Repubblica salentina pubblica un elenco delle strutture ricettive salentine che ospitano gli amici a quattro zampe. I complimenti della ministra Brambilla per l’ottimo lavoro

La ministra al Turismo Michela Vittoria Brambilla ha annunciato, qualche giorno fa, la costituzione del Comitato per la creazione di un’Italia “animal-friend”, istituito presso il ministero con lo scopo di migliorare l’immagine turistica dell’Italia per quanto riguarda strutture attrezzate per ospitare animali. Dopo pochi giorni dall’annuncio, Repubblica Salentina ha divulgato un appello rivolto alle diverse strutture operanti nel settore turistico del Salento, chiedendo di segnalare quali hotel, b&b, masserie, ecc…fossero attrezzati per i nostri amici a quattro zampe. Sono stati in tantissimi a rispondere, a dimostrazione che il Salento dedica particolare attenzione agli animali dei suoi turisti. Sul sito www.repubblicasalentina.it/animalfriendly è stata creata una sezione in continuo aggiornamento che riporta l’elenco delle strutture turistiche salentine abilitate ad ospitare amici a quattro zampe che viaggiano al seguito dei loro padroni, diviso per località: alcune prevedono delle ristrettezze (come la specifica di poter ospitare solo animali di piccola taglia), alcune permettono concessioni un po’ più larghe (come la possibilità di potersi portare dietro il proprio cavallo), altre ancora delle note aggiuntive (come il versamento di una quota destinata alla disinfestazione e alla pulizia da effettuare alla partenza). Per il momento le strutture presenti nell’elenco sono per lo più hotel, b&b, masserie, ma più avanti verranno inseriti anche ristoranti, pizzerie, spiagge e locali. E questa mattina, tramite e-mail, sono arrivati i complimenti della ministra Brambilla: “Cari ragazzi non posso che complimentarmi con voi per l'ottimo lavoro che avete svolto. Siete davvero bravi! Ho chiesto in redazione di mettersi in contatto con voi per l’inserimento nel portale turisti a 4 zampe”. Così coloro che scelgono il Salento come meta delle loro vacanze, portandosi dietro il proprio “amico”, avrà tutte le indicazioni necessarie per trascorrere al meglio, e con servizi adeguati per l’animale e la sua permanenza.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!