E' estate. Controlli più intensi della Gdf

48 ore di controlli serrati da parte delle fiamme gialle leccesi. Sott’occhio le marine ed i principali luoghi di aggregazione

Anche quest’anno il Comando provinciale della Guardia di finanza di Lecce ha intensificato i controlli nei luoghi in cui, nel periodo estivo, si registra maggiore aggregazione sociale. Nelle ultime 48 ore, i militari della Compagnia della Guardia di finanza di Lecce, all’esito di specifici controlli in materia di sostanze stupefacenti e sicurezza stradale, condotti da quattro pattuglie supportate da due unità cinofile antidroga, hanno sottoposto a sequestro 10 grammi di sostanze stupefacenti tra hashish e marijuana e segnalato all’autorità prefettizia nove assuntori tutti di età compresa tra i 20 e 25 anni, tutti della provincia di Lecce, ritirando due patenti per giuda sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. L’operazione, tesa anche ad effettuare i controlli sulla sicurezza stradale per scongiurare le cosiddette “stragi del sabato sera”, si è svolta nelle più frequentate marine leccesi e sulle principali arterie che conducono alle stesse. Sono stati controllati 207 automezzi, 260 persone, elevati numerosi verbali al codice della strada e ritirate complessivamente quattro patenti di guida. Il capillare controllo di polizia economico-finanziaria, effettuato quotidianamente dalle fiamme gialle leccesi su tutto il territorio della provincia, dall’inizio dell’anno ad oggi ha consentito di segnalare all’autorità prefettizia 137 assuntori; sequestrare 3.832,9 grammi di sostanza stupefacente tra hashish e marijuana, otto “spinelli” già confezionati, 53,73 grammi di cocaina e 3,25 grammi di eroina, ritirando 12 patenti per giuda sotto l’influenza di sostanze stupefacenti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!