Tanti linguaggi e un teatro. Ecco Plots

GUARDA IL VIDEO. Il Comune di Lecce è capofila del progetto cofinanziato dall’Unione Europea, in partnership con Cantieri Teatrali Koreja di Lecce, per realizzare un Centro di Ricerca Euromediterraneo per la Mobilità degli Artisti

Fare teatro. Ma anche scambio culturale. Ma anche scambio di esperienze e competenze tra artisti e pubblici amministratori dell’area del Mediteraneo. Questo è : “Plots”. Il Comune di Lecce è capofila del progetto cofinanziato dalla Unione Europea nell’ambito del Programma Cultura 2007 in partnership con Cantieri Teatrali Koreja di Lecce, Mercury Theatre di Colchester (Inghilterra), Youth Cultural Center di Skopje (Macedonia), Drama and Puppet Theatre di Pazardzhik (Bulgaria). L'obiettivo principale è realizzare un Centro di Ricerca Euromediterraneo per la Mobilità degli Artisti, con una serie, da giugno 2010 a gennaio 2012, di workshop, incontri, coproduzioni, festival itineranti, come ha affermato Franco Ungaro, direttore organizzativo dei Cantieri Teatrali Koreja. Sarà costruita una rete europea di competenze, risorse e opportunità in cui saranno coinvolte istituzioni e associazioni territoriali. Soddisfazione ha espresso l’eurodeputato Raffaele Baldassarre. “Provo grande soddisfazione nel vedere Lecce , la mia città, entrare in un progetto finanziato dall’Unione Europea”. Soddisfazione è stata espressa anche da Gianni Garrisi, il vice sindaco di Lecce, che ha sottolineato come il progetto è un ulteriore momento per rafforzare il collegamento tra offerta culturale e offerta turistica sul territorio e per promuove ancora una volta l’immagine di Lecce città d’arte e di cultura.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!