Affondamenti collettivi

Francesco De Gregori incrocia H. M. Enzensberger

Hans Magnus Enzensberger, ne “La fine del Titanic”, immagina di riscrivere in Germania le poesie di un fantomatico manoscritto redatto anni prima a Cuba e poi smarrito. Ad affondare, in quel libro, era il socialismo in “una sola isola”, ma appresso a quello annegava il mondo. “La terza classe/non conosce l’inglese né il tedesco, una sola cosa/non gliela deve spiegare nessuno:/che tocca prima alla prima classe,/che non c’è mai abbastanza latte e mai abbastanza scarpe/e mai abbastanza spazio per tutti nelle scialuppe”. Poi, a un tratto, sembra perfino prevedere il ritorno della tragedia in chiave ludica: “La fine del Titanic non ha avuto luogo:/era solo un film”. Quando, vent’anni dopo, mezzo mondo andò a vedere il pluripremiato “Titanic” di James Cameron, almeno mezza Italia, dopo tre ore di pellicola, avrà ricordato, se non la vecchia edizione Einaudi oggi introvabile, di certo i tre minuti di una canzone a quel libro ispirata: in terza classe, in fondo, non si sta così male, questa cuccetta sembra un letto a due piazze, sempre meglio che all’ospedale. De Gregori ne fece una sorta di nuovo canto di emigranti, quando in Italia la bilancia emigrazione/immigrazione cominciava a spostarsi. Anche per questo è ancora bella, specie qui.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!