Baratto tres chic

Farà tappa il 13 giugno alla Mongolfiera di Lecce lo “Swap Party”. Come avere sempre il vestito giusto senza spendere un capitale

Tamara Nocco, accento bolognese ma nativa di Taranto. E’ lei l’ideatrice e la promotrice di “Swap party”. Dictat è barattare. Barattare in modo elegante. Chi ha abiti usati può scambiarli con altri di uguale valore. Si può essere belle e far tendenza, senza spreco, dice Tamara Nocco, fondatrice anche di “Swap club Italia”, il primo club che riunisce tutte le “fashion victim” italiane, che anche in tempo di crisi non rinunciano alla moda. Dal 30 maggio al 26 giugno 2010, di sabato o di domenica, i centri pugliesi Mongolfiera di Bari, Barletta, Andria, Taranto, Surbo/Lecce e Foggia ospiteranno sette Swap party. Chi ama la moda, ma non ha voglia di spendere un patrimonio per essere carina, non dovrà più aver paura: in aiuto c’è “Swap club Italia”. “La parola d’ordine in tempi di crisi è re-inventare, riciclare. Swap infatti tradotto in italiano vuol dire scambio/baratto. Quindi moda “ecologica” e “sostenibile” dice Tamara Nocco. Le swapper (le partecipanti) fanno giudicare i propri abiti dalla giuria che assegna loro un valore. I capi vengono ritirati dall'organizzazione e messi in esposizione come in una boutique. Dopo un certo orario finisce la fase del “giudizio”: i capi consegnati non sono più delle swapper che al loro posto hanno ricevuto delle speciali contromarche. Inizia lo Swap Time: le swapper vengono fatte entrare in una stanza dove sono i capi in esposizione e in breve scambiano le loro contromarche con i capi, assistite da personale dell'organizzazione. “L’obiettivo dei nostri Swap party – sottolinea Tamara Nocco – è far vivere un’esperienza unica, coinvolgente e socialmente utile alle nostre swapper. Vivere la moda con humor, e il nostro logo ne è la dimostrazione. Inoltre parte del ricavato di ogni Swap party andrà a sostenere un’associazione no profit che opera nel campo della beneficenza. Senza però rinunciare alla qualità e allo stile”. Ecco il calendario degli eventi: Domenica 30 maggio: Centro Mongolfiera Bari, via Santa Caterina 19 Sabato 5 giugno: centro Mongolfiera Barletta, via Trani n. 19 Domenica 6 giugno: centro Mongolfiera Andria, SS 170 Andria – Barletta; Sabato 12 giugno: centro Mongolfiera Taranto, via per Montemesola Domenica 13 giugno: Centro Mongolfiera Surbo (LE), SS Lecce – Brindisi km 1,9 Domenica 20 giugno: centro Mongolfiera Foggia, viale degli Aviatori n. 126 Sabato 26 giugno: centro Mongolfiera Bari Japigia, via Loiacono n. 20 L’ingresso è gratuito, ma è obbligatorio registrarsi, presentandosi il giorno stesso alle 17.30 nel Centro Mongolfiera di riferimento o anticipando l’iscrizione via internet sul sito www.swapclub.it.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!