Virtus Casarano, la sconfitta più amara

Dopo essere passato in vantaggio per due reti, il Casarano subisce l'incredibile rimonta del Benevento negli ultimi nove minuti di gara e cancella il sogno promozione

Nove minuti per cancellare una stagione e trasformare in beffa il sogno di una promozione. Finisce così, nella maniera più assurda e rocambolesca, la stagione dai due volti di una Virtus Casarano che deve rimandare il ritorno tra i professionisti. Agli uomini di Bianchetti non è bastato il doppio vantaggio (siglato da D'Anna e Palazzo) per avere la meglio su un Forza e Coraggio Benevento protagonista di una gara che resterà nella storia dei play-off di serie D. Gli irpini sono riusciti nell’impresa rimontando lo “zero a due” del Casarano. Tre reti segnate tra l’85’ e il 94’. Un vero e proprio miracolo calcistico per la matricola terribile dei Dilettanti, alla ricerca della seconda promozione consecutiva. Difficile spiegare i perché di un “black-out” che ha cancellato gli sforzi di una intera stagione. “E’ il momento peggiore della mia carriera”, il commento lapidario di capitan Calabro. Forse dietro quei nove minuti si nascondono gli errori di un intero campionato, di una squadra che ah viaggiato a corrente alternata, di un gruppo che è sembrato sfaldarsi di fronte alle difficoltà. Quella di ieri è una sconfitta che colpisce al cuore una squadra e una città, che ha provato a cullare il sogno promozione fino all’ultimo istante. Ora, a mente fredda, è tempo fare di bilanci e di analizzare i perché di una disfatta.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!