Virtus Casarano, la sconfitta più amara

Dopo essere passato in vantaggio per due reti, il Casarano subisce l'incredibile rimonta del Benevento negli ultimi nove minuti di gara e cancella il sogno promozione

Nove minuti per cancellare una stagione e trasformare in beffa il sogno di una promozione. Finisce così, nella maniera più assurda e rocambolesca, la stagione dai due volti di una Virtus Casarano che deve rimandare il ritorno tra i professionisti. Agli uomini di Bianchetti non è bastato il doppio vantaggio (siglato da D'Anna e Palazzo) per avere la meglio su un Forza e Coraggio Benevento protagonista di una gara che resterà nella storia dei play-off di serie D. Gli irpini sono riusciti nell’impresa rimontando lo “zero a due” del Casarano. Tre reti segnate tra l’85’ e il 94’. Un vero e proprio miracolo calcistico per la matricola terribile dei Dilettanti, alla ricerca della seconda promozione consecutiva. Difficile spiegare i perché di un “black-out” che ha cancellato gli sforzi di una intera stagione. “E’ il momento peggiore della mia carriera”, il commento lapidario di capitan Calabro. Forse dietro quei nove minuti si nascondono gli errori di un intero campionato, di una squadra che ah viaggiato a corrente alternata, di un gruppo che è sembrato sfaldarsi di fronte alle difficoltà. Quella di ieri è una sconfitta che colpisce al cuore una squadra e una città, che ha provato a cullare il sogno promozione fino all’ultimo istante. Ora, a mente fredda, è tempo fare di bilanci e di analizzare i perché di una disfatta.

Leave a Comment