Alliste. Ok al bilancio

Approvato martedì scorso il bilancio di previsione 2010 del Comune di Alliste. Il sindaco si dichiara soddisfatto

Martedì scorso il Comune di Alliste ha approvato il bilancio di previsione 2010 con undici voti favorevoli e due contrari. L’attuale bilancio guarda al futuro e punterà sulla valorizzazione del territorio per affrontare la contingenza economica degli ultimi tempi. Il nuovo bilancio è orientato verso nuovi investimenti pubblici volti a migliorare la qualità della vita dei cittadini: riqualificazioni urbane ed immobiliari, qualità urbana, impianti sportivi, edifici scolastici, beni culturali, viabilità. Avendo a cuore l’ambiente, l’amministrazione di Alliste si dichiara a favore del risparmio energetico e delle energie alternative, in quest’ottica già dai prossimi mesi sarà avviata l’istallazione di fonti di energia rinnovabili sul palazzo comunale e in altri edifici pubblici. “Continua come sempre e senza sosta l’impegno dell’amministrazione per il miglioramento della qualità della vita e dell’ambiente, nell’ottica di trasformare Alliste in una città ambientale e sostenibile. – ha dichiarato soddisfatto Antonio Ermenegildo Renna, sindaco di Alliste – Prende forma il progetto di una città moderna, con servizi all’avanguardia, grazie ad interventi radicali che stanno cambiato in meglio il suo volto. Continuiamo su questa strada per fare di Alliste una città più moderna e più piacevole per i cittadini e per i turisti”. ”Il bilancio 2010 è un documento – ha spiegato l’assessore Amleto Petracca – di agile lettura che illustra ai cittadini tutti, anche ai non addetti ai lavori, le intenzioni dell’amministrazione Comunale e testimonia la volontà di trasparenza e apertura di questa Amministrazione verso i cittadini. È in atto un processo di innovazione e l’apertura di uno spazio di confronto con i cittadini”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!