Neo-dottori all’opera per valorizzare il territorio

La discussione finale del dottorato in “Conoscenza e valorizzazione del patrimonio culturale” si terrà domani presso l’ex Convento dei Domenicani a Cavallino

Si concluderà domani 23 aprile il primo percorso di dottorato di ricerca in “Conoscenza e valorizzazione del patrimonio culturale” dell’Isufi, e la discussione finale si terrà presso l’ex Convento dei Domenicani (corso Umberto I, Cavallino) a partire dalle ore 11.30. Alla discussione saranno presenti Marcello Guaitoli, preside della Facoltà di Beni Culturali e componente della commissione d’esame, e Cosimo Pagliara, coordinatore del dottorato. Prenderanno parte alla commissione, inoltre, Andrea Cardarelli, professore dell’Università “La Sapienza” di Roma, e Andrea Ziruolo, docente dell’Università “D’Annunzio” di Chieti-Pescara, Ferdinando Boero e Gianfranco Salvatore dell’Università del Salento (questi ultimi in qualità di esperti esterni). L’obiettivo del corso di dottorato è stato quello di formare una figura professionale e un ricercatore con competenze interdisciplinari in grado di conoscere, gestire e valorizzare i beni culturali e ambientali, grazie alla fusione di saperi tecnologico-scientifici, storico-culturali, economici e didattici. Alla formazione d’aula e di laboratorio e allo studio individuale, si sono integrati casi di studio e international benchmarking e progetti sul campo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!