Furto a Nardò. Uno scappa; preso 19enne

Nardò. Furto da 1000 euro al bar. Alla vista dei poliziotti uno dei due responsabili si è dato alla fuga attraverso la campagna. Preso l'altro, un 19enne del posto

Durante il consueto giro di perlustrazione notturna i poliziotti della Squadra Volante di Nardò hanno notato ieri una scala appoggiata sul retro di un bar in via Toltoj e, all’interno del giardino, aggirarsi due giovani che, alla vista delle auto del 113, sembravano in atto di scappare. Uno dei due, in effetti, era già riuscito a scavalcare il muro attiguo al giardino facendo perdere le proprie tracce nella campagna vicina; l’altro non ha avuto la stessa fortuna ed è stato bloccato ed arrestato prima di riuscire ad oltrepassare il muro. Il giovane fermato, Giulio Casaluce, 19 anni, aveva tra le mani una busta in plastica con all’interno una cassetta metallica colma di banconote e monete, pari a circa 921,75 euro che sono stati così restituiti al proprietario del bar. Ad un controllo più attento, i militari hanno potuto verificare che la saracinesca del giardino, dalla quale si accede al retro del bar, era stata scardinata e semi-aperta. Nei prossimi giorni verranno elaborate tutte le tracce raccolte sul luogo del furto per verificare eventuali responsabilità dei due giovani con riferimento ad altri furti consumati in città. Dopo le formalità di rito l’arrestato e stato condotto in carcere e resterà a disposizione del magistrato di turno, Angela Rotondano.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!