Lecce. Arriva la settimana della cultura

Lecce partecipa alla XII Settimana della Cultura, in corso in tutta Italia per promuovere il patrimonio culturale. Due gli appuntamenti con la poesia e Dante

È in corso, in tutta Italia, la XII Settimana della Cultura, durante la quale il Ministero per i Beni e le Attività Culturali apre gratuitamente tutti i luoghi statali dell’arte: monumenti, musei, aree archeologiche, archivi, biblioteche, con eventi diffusi su tutto il territorio. Anche il Comune di Lecce partecipa alla Settimana della Cultura con due interessantissimi appuntamenti:. venerdì 23 aprile alle ore 19:00, presso la Libreria Liberrima di corso Vittorio Emanuele, è in programma “La poesia nel cassetto”, un reading di testi poetici, editi e inediti, organizzato da Media, laboratorio di cultura e comunicazione. L’evento rientra nell’ambito del progetto “Partecipar(t)e – un giacimento culturale: i leccesi”, che consiste nella raccolta, presentazione e pubblicazione di opere poetiche inedite di nuovi autori. L’obiettivo è far emergere talenti nascosti e di stimolare la produzione artistica anche da parte di autori non professionisti. Domenica 25 aprile alle ore 19:30 presso il Teatro Romano, inoltre, è in programma “Lectura Dantis”, una lettura dei brani della Divina Commedia da parte di attori e accompagnamento musicale dal vivo e coreografie a cura del regista Agostino De Angelis. L’evento si svolgerà nel rispetto assoluto del luogo, senza installazione di palcoscenico e scenografie, utilizzando semplicemente il contesto. Lo stesso appuntamento è in programma nel corso della Settimana della Cultura a Siracusa, Priolo (Siracusa) e Calatafimi (Trapani).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!