Lecce, profumo di serie A

Nel big match della giornata i giallorossi superano il Torino e portano a sette punti il vantaggio sulle inseguitrici. A segno il grande ex Di Michele e Corvia

Il Lecce mata anche il Toro di Colantuono e vede sempre più vicina un promozione nella massima serie ormai ad un passo. Nel big match della trentaquattresima giornata sono i salentini ad imporsi per “due a uno” sui granata, che vedono di nuovo allontanarsi la vetta della classifica. E’ Di Michele, il grande ex della partita, a sbloccare il risultato dopo una decina di minuti. Un gol un po’ fortunoso che consente all’attaccante di consumare la propria vendetta sportiva, dopo un settimana di polemiche, sulla squadra che lo ha allontanato per “incompatibilità ambientale”. Nel finale è Corvia a regalare ai suoi il doppio vantaggio: la punta romana è brava a procurarsi e trasformare il calcio di rigore. Allo scadere della prima frazione è un altro penalty, a favore del Torino a riaprire la gara, messo a segno dal solito Rolando Bianchi. Nella ripresa però il copione non cambia, sono i padroni i casa a sfiorare il gol e a mantenere senza troppi affanni il risultato ben stretto. Davanti a circa diecimila spettatori entusiasti, record stagionale, il Lecce mette in cassaforte tre punti preziosissimi per tornare nella massima serie. Sale a sette punti, infatti, il distacco sul gruppetto delle inseguitrici, che vede appaiate Cesena, Sassuolo e Brescia. Un vantaggio da amministrare con saggezza a sole otto giornate dalla fine.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!