Presentato a Roma l'XI Festival del Cinema europeo

Tra le novità un Premio dedicato al critico Mario Verdone, papà dell'attore e regista Carlo che sarà protagonista della rassegna leccese, e una retrospettiva di Yilmaz Guney

E' stata presentata a Roma l'undicesima edizione del Festival del cinema europeo che si svolgerà a Lecce, nel cinema Cityplex Santalucia, dal 13 al 18 aprile. Diretta da Cristina Soldano e Alberto La Monica, la manifestazione ha lo scopo principale di promuovere lo scambio interculturale tra i Paesi europei, considerando il cinema come cultura. Proprio per questo la parte centrale del festival ruoterà intorno al concorso dei dieci lungometraggi europei in anteprima nazionale, che verranno selezionati da una giuria internazionale, che assegnerà l’Ulivo d’oro al miglior film, accanto alla Giuria Fipresci, che come ogni anno assegnerà il premio Fipresci. Per l’Italia la pellicola “Due vite per caso” di Alessandro Aronadio, presentata allo scorso Festival di Berlino nella sezione Panorama, tratteggia il profilo di un Paese, dove i giovani non trovano uno spazio per esprimere le proprie potenzialità, in senso occupazionale prima di tutto. «Un paese governato da vecchi e per vecchi», come dice il regista. Per l’Irlanda Five minutes of heaven di Oliver Hirschbiegel (con Liam Neeson), racconta la storia di due uomini durante il periodo duro degli scontri, che insanguinarono il Paese e L’insurgée per la Francia affronta la storia di uno scontro generazionale con Michel Piccoli tra gli interpreti. Tra le varie altre sezioni accanto al concorso, Cinema e Realtà è tra quelle che approfondiscono i temi legati all’attualità come l’integrazione, l’Aids e la drammatica ricostruzione in Abruzzo. Tra questi il documentario Il colore delle parole di Marco Simon Puccioni riflette in maniera sensibile e intelligente sull’involuzione delle politiche di integrazione nel nostro Paese. Tra le maggiori novità di quest’anno oltre al Premio miglior attore europeo e quello al miglior attore non protagonista c’è l’istituzione del Premio Mario Verdone, per omaggiare il critico e il saggista scomparso di recente, sensibile scopritore di talenti artistici, verrà consegnato ogni anno ai quei giovani talenti, che si sono contraddistinti nel panorama cinematografico nazionale. Quest’anno concorreranno al premio Susanna Nicchiarelli con Cosmonauta, ambientato nell’Italia degli anni 60, Valerio Mieli con la storia d’amore di Dieci Inverni e Claudio Noce con il malinconico Good Morning Aman. Infine oltre ad una retrospettiva dedicata al cinema di Carlo Verdone e a diverse anteprime nazionali tra cui il film horror di Federico Zampaglione, Shadow, già molto apprezzato nei festival e dalla critica, per la sezione “I protagonisti del cinema europeo” quest’anno la manifestazione presenterà una rassegna dei film più rappresentativi del grande regista turco Yilmaz Guney, ancora poco conosciuto in Italia. Le giornate dedicate agli attori vedranno protagonisti Violante Placido che presenterà “ Sleepless” (2009), opera prima di Maddalena De Panfilis; Michele Riondino che presenterà “Marpiccolo” (2009) di Alessandro Di Robilant; Maya Sansa con “Giving voice” – La voce naturale (2008) di Alessandro Fabrizi. Tra i numerosi ospiti, anche Christian De Sica, Anna Falchi, Claudia Gerini, Laura Chiatti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!