Via il testicolo sano. 180mila euro dall’ospedale

Ricoverato a Verona per un tumore al testicolo, un salentino subì l’asportazione dell’organo sano. Il giudice: “Indennizzo di 180mila euro dall’ospedale e dal chirurgo”

Non è il solito caso di malasanità in un ospedale del Sud Italia. Stavolta l’errore, un errore non da poco, è stato compiuto in un clinica di Verona, l’azienda ospedaliera di Borgo Roma, ai danni di un salentino. All’epoca dei fatti – era il 2004 – il giovane, di Tricase, aveva 27 anni. Fu allora, appena adulto, che vide svanire per sempre la possibilità di avere un figlio. Un danno permanente causato da un errore banale, compiuto in sala operatoria. Il giovane si trovava sotto i ferri per l’operazione ad un testicolo, colpito da tumore. Ma i medici gli asportarono il testicolo sano. Accortasi dello sbaglio, l’equipe eseguì subito l’intervento di asportazione del testicolo malato. Ma le operazioni già effettuate sull’organo sano avevano già provocato danni irreversibili. Il chirurgo avrebbe giustificato l’incredibile errore con lo stress lavorativo accumulato in quella mattinata, che l’aveva visto sul tavolo operatorio per cinque ore consecutive. Un colpo difficile da digerire e per il quale il 27enne chiese un risarcimento di un milione e 191mila euro. La richiesta è stata accettata solo in parte dal giudice civile: riceverà un indennizzo di 180mila euro da parte del chirurgo e dell’azienda ospedaliera.

Leave a Comment