Alcol, droga e poi alla guida

Intensi controlli nella notte tra sabato e domenica da parte dei carabinieri a Galatina

Durante la notte tra sabato e domenica, i carabinieri della Compagnia di Gallipoli sono stati impegnati, su tutto il territorio di loro competenza, in intensi controlli, finalizzati al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e all’intensificazione del controllo sulla circolazione stradale al fine di prevenire le stragi del week end. A Galatina, con l’ausilio di apparati etilometrici sono stati effettuati intensi controlli finalizzati a contrastare la guida in stato di ebbrezza. I controlli con gli etilometri sono stati effettuati in frequenti posti di blocco, dislocati strategicamente su tutto il territorio. Grazie all’utilizzo di un apparecchio che controlla preliminarmente il tasso alcolemico presente nel sangue, segnalando la positività o meno della guida in stato di ebbrezza e sottoponendo così solo le persone sospette all’esame etilometrico vero e proprio, i militari sono riusciti ad aumentare in maniera esponenziale il numero delle persone controllate. Su un totale di 423 persone complessivamente sottoposte a tale esame etilometrico, otto sono state deferite in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza. La fascia di età delle persone segnalate va dai 19 ai 28; tutti gli otto deferiti hanno riportato un tasso alcolemico tra i 0,82 e i 1,51 g/l. Complessivamente sono state identificate 498 persone, provenienti dalle province di Brindisi e Lecce, e controllati 423 veicoli. Sempre a Galatina, i controlli dei carabinieri hanno portato al deferimento di altre sei persone, tutte tra i 21 e i 26 anni, per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti del tipo hashish, marijuana e cocaina.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!