Casarano. Il teatro dei piccoli

Quattro spettacoli, con inizio alle ore 10. Si parte domani, con uno spettacolo dal tema attualissimo: il problema dei rifiuti

Casarano alza il sipario su “La Scena dei Ragazzi”, il matinée per ragazzi organizzato dall’Amministrazione comunale – Assessorato alla Cultura, dai Cantieri Teatrali Koreja e dal Teatro Pubblico Pugliese, con la consulenza artistica di Claudio Pedone. La rassegna si svolgerà, come consuetudine, nel teatro “Antonio Filograna” di Casarano. Quattro gli spettacoli in cartellone, tutti con inizio alle ore 10. Si comincia domani con “Monnezza”, uno spettacolo dell’Uovo Teatro Stabile dell’Innovazione, pensato per bambini dai nove ai 13 anni ed incentrato sull’annoso ed attuale problema dei rifiuti. Il 23 marzo a calcare il palco del “Filograna” sarà il “Doctor Frankenstein”, in una pièce a cura del Teatro Koreja, liberamente tratta dal romanzo di Mary Shelley e destinata ai ragazzi dai 13 ai 18 anni. Il 14 aprile sarà la volta di un classico della letteratura per ragazzi. Ad andare in scena sarà, infatti, “La storia di Hansel e Gretel”, rappresentazione curata da Teatro Crest di Taranto e rivolta ai bambini dai sei agli undici anni. A chiudere la kermesse sarà “Giardini di plastica”, ancora una volta del Teatro Koreja, in programma per il 23 aprile. Si tratta di uno spettacolo rivolto principalmente ai bambini dai quattro ai 12 anni ed in cui il ruolo da protagonista sarà riservato alla fantasia. Anche quest’anno, l’Amministrazione comunale metterà a disposizione degli istituti scolastici cittadini il servizio gratuito di bus navetta da e per il teatro. “Ancora una volta, come già avvenuto per la stagione teatrale ‘Pensiamo in prosa’ – dice il sindaco Ivan De Masi -, riprendiamo un’esperienza della precedente Amministrazione integrandola all’interno delle nostre linee guida in materia di cultura. Siamo convinti, infatti, che il teatro per ragazzi diviene un formidabile strumento di educazione ed un momento di socializzazione all’insegna della cultura e della contemporaneità. Temi come quello dei rifiuti o delle potenzialità distruttive di una scienza completamente scollegata dall’etica, trattati dal matinée, sono di straordinaria attualità al giorno d’oggi. Del resto il teatro è l’arte pedagogica per eccellenza. Proprio per questo abbiamo fortemente voluto affiancare alla stagione teatrale il matinée per ragazzi, espressamente pensato per i nostri giovani, la cui centralità è un caposaldo della nostra azione politico-amministrativa”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!