Primo piano del Tribunale. Attivo entro l’estate

Casarano. L'impianto di climatizzazione pronto entro l'estate. Sarà finalmente possibile utilizzare anche il piano superiore del Tribunale

Saranno presto utilizzati i locali del piano superiore del Tribunale di Casarano. Dopo quattro anni dalla sua realizzazione, infatti, la giunta municipale ha votato una delibera (n. 74 del 16-02-2010) che prevede un investimento di 108.000 euro per la realizzazione della cabina elettrica di trasformazione bassa-media tensione. La cabina, infatti, servirà per completare il sistema di climatizzazione degli uffici giudiziari, la cui ultimazione è prevista prima dell’estate. Era questo il principale ostacolo che impediva agli operatori della giustizia di fruire dei locali della nuova costruzione, che aveva rischiato di paralizzare l’attività del Tribunale. “La realizzazione della cabina di trasformazione – commenta il sindaco, Ivan De Masi – era un intervento atteso da anni e di fondamentale importanza per l’amministrazione della giustizia sul nostro territorio”. La sede del Tribunale di Casarano, infatti, è la più importante dopo quella di Lecce, con un mandamento di 12 Comuni ed un bacino di ben 120.000 abitanti. Basti pensare che al 30 ottobre 2008, mentre a Casarano i processi pendenti erano 1.192, a Gallipoli erano solo 420, a Galatina 405 ed a Tricase 321. “Proprio alla luce di questi numeri – aggiunge il sindaco – dietro cui, è utile ricordarlo, si celano volti e nomi di nostri concittadini in attesa di ricevere risposta dalla giustizia, non era più tollerabile avere a disposizione un intero piano di un palazzo come quello che ospita il Tribunale senza poterlo utilizzare a causa della mancanza di una cabina di trasformazione elettrica”. “Nell’ottica della razionalizzazione del patrimonio comunale – sostiene Marcello Torsello, assessore ai Lavori Pubblici – la possibilità di utilizzare il piano superiore per le esigenze del Tribunale libererà spazi al pian terreno da destinare alle necessità logistiche del Comune”. Al piano terra, infatti, è destinata la nuova sede del comando dei vigili urbani. La vicenda è stata seguita da vicino anche dall’assessore al Decoro urbano, Attilio De Marco, nella duplice veste di componente della giunta e di avvocato. “Con l’occasione – spiega De Marco, che in questo caso ha svolto il ruolo di mediatore tra la giunta e gli avvocati che frequentano le aule del Tribunale di Casarano – sistemeremo anche gli spazi esterni, in modo tale da renderli più curati dal punto di vista estetico e più adeguati dal punto di vista funzionale”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!