“Dacci l’auto”. E gli sparano

E’ ricoverato in prognosi riservata ma non rischia la vita l’uomo che, l’altro ieri, a Lecce ha tentato di opporsi al furto della propria Mercedes Classe B. Rinvenuta poco dopo a Surbo

Già la chiamano la banda della Mercedes. E l'altroieri è tornata a colpire nel capoluogo salentino. E stavolta i malviventi hanno pure sparato, perché Gianfranco Pol, 54enne bancario di Lecce, il proprietario della vettura, una Mercedes Classe Bmw, ha reagito tentando di opporsi al furto. Almeno un paio di spari, uno dei quali l’ha colpito all’addome. E’ accaduto l’altra notte, attorno alle 23.30, in via Giammatteo, alla periferia di Lecce (tra rione Santa Rosa e zona Salesiani). Dalle ricostruzioni fornite dal malcapitato e da una Volante che si trovava non distante da lì, un uomo, dopo aver affiancato Pol, gli avrebbe intimato, dietro la minaccia della pistola, di consegnargli l’auto. Questi si sarebbe rifiutato ed a quel punto sarebbe partito il colpito. La vittima si sarebbe accasciata al suolo mentre il ladro sarebbe fuggito via a bordo della sua automobile. E’ stato lo stesso Pol a chiamare i soccorsi, i medici del 118 e gli agenti della Questura. Trasportato d’urgenza al “Vito Fazzi”, è stato immediatamente operato; oggi si trova in prognosi riservata ma pare non essere in pericolo di vita. L’auto è intanto stata rinvenuta a Surbo. Non è stato difficile individuarla tramite il sistema di antifurto satellitare.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!