Ritrovato busto di Aldo Moro

La statua è stat abbandonata nelle campagne di Acquarica del Capo

E’ stato ritrovato nei giorni scorsi, abbandonato in un trullo nelle campagne di Aquarica del Capo, un mezzo busto raffigurante il compianto statista Aldo Moro. Autori del singolare ritrovamento i vigilantes della Deiaco Security, impegnati nei controlli di routine nella zona circostante. La statua, che presenta ben evidenti i segni dell’incuria e del tempo, ha alle spalle una storia curiosa e piena di vicissitudini. Circa trent’anni fa, infatti, subito dopo l’inaugurazione e la collocazione nella piazza intitolata ad Aldo Moro, è stata oggetto di un attentato dinamitardo. Della vicenda si stanno occupando ora i carabinieri di Presicce: il busto è stato trasportato in un posto sicuro, e sono in corso i primi accertamenti per verificarne la provenienza. Con ogni probabilità la statua è stata trafugata qualche settimana fa proprio in un palazzo di Aquarica del Capo, probabilmente proprio da palazzo Villani dove era stata conservata a lungo prima che se ne perdessero le tracce. Ora, dopo l’ennesimo danneggiamento, la speranza è che possa essere restaurata e ricollocata nella piazza.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!