Il premio “Natta” ad un giovane ingegnere salentino

Il Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola nelle scorse settimane ha conferito a Roma il Premio “Giulio Natta” ad un giovane ingegnere salentino

Il Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola nelle scorse settimane ha conferito a Roma, nella sontuosa cornice dell’Ara Pacis, il Premio “Giulio Natta” ad un giovane ingegnere made in salento, Damiano Pacella, team manager del Salento Eco Team della Facoltà di Ingegneria dell’Università del Salento. Il brillante ingegnere si è laureato nell’ottobre 2008 presso l’Università del Salento discutendo una tesi sul tema “progettazione di un sistema di propulsione ibrido con celle a combustibile ad idrogeno”. La tesi, come previsto dal bando, fa riferimento al patrimonio scientifico brevettale. Le banche dati brevettali, infatti, sono ormai largamente disponibili su supporti informatici e su internet e rappresentano una preziosissima fonte per rinvenire informazioni sullo stato della ricerca in ogni campo, sullo sviluppo tecnologico, sul mercato di un determinato settore. Il Premio Natta è infatti un Premio di Laurea in materia di proprietà industriale, istituito dalla Direzione Generale della Lotta alla Contraffazione, Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, con la collaborazione dell’Istituto G. Tagliacarne La cerimonia di premiazione si è svolta in occasione della mostra “Disegno e Design brevetti e creativià italiana”, allestita nel museo dell’Ara Pacis. La pergamena è stata consegnata dal Ministro ed erano presenti il Magnifico Rettore dell’Università del Salento Domenico Laforgia e la professoressa Teresa Donateo, che coordina la fervida attività del Salento Eco Team. Già negli anni scorsi la squadra salentina si è distinta in campo internazionale nelle varie edizioni della Shell Eco Marathon e quest’anno fervono i preparativi in vista della competizione del maggio prossimo, alla quale gli studenti e ingegneri salentini parteciperanno con una nuova vettura. “La nuova Carla è una vettura progettata e realizzata interamente dai ventidue studenti del Salento Eco Team”, fa sapere Teresa Donateo, che sottolinea: “Il gruppo è composto da ragazzi brillanti, che non entusiasmo hanno scelto di partecipare a quest’avventura, dedicando il loro tempo libero alla nuova vettura. Ci riuniamo ogni giovedì dalle 14 alle 15 nell’Aula O1 del Corpo O della Facoltà di Ingegneria. Ci volesse unirsi a noi sarà il benvenuto.”. Il Premio di Laurea, giunto oggi alla Quarta Edizione, è denominato “Giulio Natta” per ricordare l'impegno e l'attività scientifica di Giulio Natta, premio Nobel per la chimica nel 1963, e di cui nel 2003, anno di realizzazione della prima edizione del premio, ricorreva il centenario della nascita. L'istituzione del Premio di Laurea si inserisce da sempre nel programma di iniziative promozionali e formative che l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) – ente di riferimento nazionale per la materia della Proprietà Industriale – da diversi anni porta avanti per diffondere la cultura brevettuale, alla base del progresso scientifico e tecnologico di ogni Paese, e per rafforzare nei giovani la base di conoscenze scientifiche.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati