Fantasia per le strade

Nonostante la pioggia da metà percorso in poi, la sfilata del Carnevale di Casarano ha riscosso un grande successo

Ranocchie, zanzare e topine; indiani; girandole; carte e jolly; api e fiori; pagliacci e Michael Jackson. C’era un po’ di tutto nella spettacolare sfilata del “Carnevale della Fantasia” di Casarano. La prima uscita della manifestazione, organizzata dall’associazione “Amici del Carnevale” con la collaborazione del Comune di Casarano, della Provincia di Lecce e di numerosi sponsor, non ha tradito le attese. I carri allegorici e i gruppi mascherati partecipanti hanno entusiasmato le migliaia di spettatori che affollavano le strade della città nonostante la pioggia, caduta intensamente da metà percorso fino alla fine. Le cinque parrocchie della città, che per la prima volta partecipano tutte insieme, hanno onorato la tradizione del carnevale casaranese. I loro gruppi sono obiettivamente i migliori del lotto dei dieci partecipanti. Grande numero di partecipanti, qualità dei vestiti, coreografie originali, ricerca dell’armonia cromatica e, naturalmente, la ricerca di colpire con l’ironia e l’allegoria sono state le caratteristiche di questi cinque gruppi che li avvicina alle scuole di samba del carnevale di Bahia o di Rio, senza i noti eccessi brasiliani. Queste particolarità hanno arricchito la manifestazione casaranese che in questi anni è diventata, senza ombra di dubbio, tra le migliori in assoluto per quanto riguarda i gruppi mascherati. In particolare, ha colpito l’argomento, molto attuale, proposto dalla parrocchia “S. Pio e S. Giuseppe”, con il gruppo intitolato “E’… giunta l’Ora”, sull’annoso problema ambientale di contrada “Vora” o “Ora”. La parrocchia del “Cuore Immacolato di Maria”, con il gruppo degli indiani, si è distinta per l’alta qualità dei vestiti, mentre le altre tre parrocchie hanno puntato sul numero di partecipanti e sull’effetto cromatico, anche se con temi interessanti: l’ambiente per la Chiesa Matrice; la sintonia tra le varie istituzioni che potrebbe essere energia pura (Sacro Cuore); il jolly nel gioco della vita (parrocchia San Domenico). Saranno i gruppi delle parrocchie a giocarsi la vittoria della XIII edizione del “Carnevale della Fantasia”. Simpatico anche il messaggio sull’agricoltura italiana che sta morendo, proposta dall’azienda agricola “Vizzino”, e i ragazzi vestiti da Michael Jackson per il tributo all’indimenticabile “Jacko”. Tra i carri allegorici da segnalare la proposta dei maestri di Cursi, intitolata “Krisis crack”, sul declino della classe politica italiana e il San Valentino proposto da Luigi Nuzzo e i suoi amici di Casarano. La seconda e conclusiva sfilata è in programma domenica prossima, al termine della quale si decideranno i vincitori.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!