Banco farmaceutico, raccolti 4 mila medicinali

Bilancio positivo per la colletta farmaceutica che si è svolta sabato scorso in 32 farmacie della provincia in occasione della X Giornata nazionale della raccolta del farmaco

Sono 3.900 i medicinali raccolti dalle 32 farmacie di Lecce e provincia che hanno aderito alla decima Giornata nazionale della raccolta del farmaco. Si replica il successo dello scorso anno, quando la “colletta farmaceutica” aveva permesso di donare circa 4 mila farmaci da banco a poveri, senzatetto, extracomunitari e famiglie monoreddito. È un bilancio tutto positivo, dunque, quello del responsabile provinciale del Banco farmaceutico, Carlo Onorini: “Ringrazio prima di tutto i salentini che, nonostante la crisi e le difficoltà economiche, hanno donato i medicinali – dice – perché con il loro gesto hanno contribuito ad aiutare concretamente i più bisognosi, dimostrando anche di apprezzare lo spirito della giornata e confermando l’impegno e il sostegno che la nostra provincia ha sempre nei confronti dei più bisognosi. Esprimo inoltre gratitudine – prosegue – agli oltre 250 volontari degli enti caritatevoli che hanno presidiato le farmacie nel giorno dell’iniziativa, insieme agli studenti del liceo classico “Virgilio” di Lecce, e a tutti quei farmacisti che hanno deciso di mettere a disposizione degli altri la propria professionalità, contribuendo anche personalmente con una donazione”. I numeri della raccolta confermano anche quest'anno la grande generosità e il senso di solidarietà dei salentini, che hanno colto a pieno lo spirito dell’iniziativa promossa dal Banco farmaceutico e resa possibile grazie allo sforzo comune della Compagnia delle opere e dei 12 enti assistenziali locali che hanno aderito alla Giornata. Le confezioni di medicinali, prevalentemente antipiretici, antidolorifici, antistaminici e disinfettanti, sono conservate in farmacia e saranno messe a disposizione delle persone bisognose attraverso la collaborazione diretta degli enti caritatevoli che operano sul territorio, dalla Caritas alle altre associazioni di volontariato. In tanti, sabato scorso, sono entrati nelle farmacie aderenti all'iniziativa, dove i volontari del Banco Farmaceutico hanno illustrato loro il semplice meccanismo che sta alla base della raccolta, orientandoli, insieme ai farmacisti, nella scelta dei farmaci di cui si ha maggiore necessità. Per ogni farmaco donato, è stato compilato dal farmacista un apposito coupon che sarà presto consegnato al Banco Farmaceutico. Sarà poi il Banco a redistribuire i coupon agli enti di assistenza convenzionati che provvederanno a ritirare i farmaci (in alternativa, saranno gli stessi indigenti a poterli ritirare tramite il coupon). Nel Salento, la raccolta è partita timidamente nel 2004 con il coinvolgimento di cinque farmacie, ma l'iniziativa è andata continuamente crescendo negli anni, diffondendosi in tutta la provincia. Fino ad oggi, grazie alla bontà dei salentini, sono stati raccolti e donati oltre 15 mila farmaci.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!