Zipponi, Idv: Interrogazione sul caso Adelchi

GUARDA IL VIDEO. Il deputato di Idv ha incontrato ieri i lavoratori Adelchi in protesta presso il municipio di Tricase. “Il Governo – ha detto – persegua le azioni illecite della proprietà”

“Alla crisi dobbiamo rispondere uscendo dall’isolamento e ragionando in termini ampi mettendo a disposizione dei lavoratori e delle imprese sane tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione. L’Italia dei Valori presenterà un’interrogazione in Parlamento per portare alla luce i nomi e i volti del paese reale, cioè di quei lavoratori che stanno perdendo il posto di lavoro. Obiettivo è chiedere al governo di perseguire eventuali azioni illecite dell’attuale proprietà e, comunque, di attivare quelle leggi che permettono il commissariamento dell’azienda stante l’enormità dei lavoratori occupati (oltre 1000 diretti) e del debito”. Sono le parole pronunciate ieri da Maurizio Zipponi, parlamentare di Italia dei valori e responsabile del dipartimento tematico nazionale Lavoro e Welfare, davanti ai lavoratori dell’Adelchi in stato di agitazione riuniti in assemblea presso il Municipio di Tricase. “All’Italia dei Valori interessa la soluzione dei problemi e per questo siamo disposti a fare il patto anche col diavolo – ha continuato il parlamentare – e quindi a sostenere eventuali azioni positive del governo che vadano verso il commissariamento. E’ indispensabile tuttavia far luce su una vicenda in cui un imprenditore accede a risorse pubbliche, attinge a fondi e agevolazioni, ed alla fine delocalizza, cede rami di azienda bypassando le norme. E’ una vicenda su cui far luce perché la ratio di fondi e agevolazioni è quella di creare sviluppo e occupazione. Delocalizzare alla scadenza dei vincoli temporali è una chiara violazione di questo principio”

Questo testo è sostituito dal filmato Flash.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!