Taviano. Presto una realtà il Centro polivalente per i giovani

Finanziato il progetto del Comune di Taviano. Un'occasione di aggregazione e socializzazione ma anche un'importante rete di servizi per combattere la dispersione e la devianza giovanile

Un nuovo “Centro aperto polivalente” per giovani e minori. È questo il progetto ammesso al finanziamento regionale dal Comune di Taviano che si pone come punto d'arrivo tre principali obiettivi. Il primo mira a creare una struttura recuperando e valorizzando un immobile di proprietà del comune ormai in disuso, l'ex mercato coperto del paese; la sede sarà predisposta poi come centro polivalente per i giovani, con particolare riguardo per coloro che denunciano condizioni di disagio o devianza minorile; in fine, la predisposizione di una rete di servizi che migliorino la qualità della vita dei minori e delle famiglie, sia da un punto di vista assistenziale e sanitario, che sotto il profilo psicologico-relazionale. L’intervento di ristrutturazione prevede la realizzazione di una sala musica per prove e registrazioni, una sala pc con connessioni internet, una sala lettura e studio, un’ampia sala teatro per l’organizzazione di convegni e meeting, spettacoli e manifestazioni. La pianta organica dello staff che gestirà su base quinquennale il Centro sarà costituita dalle seguenti figure professionali: un assistente sociale, un educatore professionale, un animatore professionale ed un operatore generico. In merito a tale intervento, il sindaco di Taviano, dott. Salvatore D’Argento, commenta: “Il Centro offrirà nuove interessanti opportunità lavorative per i professionisti del settore: si apriranno, infatti, quattro nuovi posti di lavoro dalla durata pluriennale. Il Centro sarà un’occasione per i nostri giovani di aggregazione e socializzazione, finalizzata a sperimentare percorsi di partecipazione e cittadinanza attiva volti a contrastare dal basso, la dispersione e la devianza giovanile”. Il progetto presentato dal Comune di Taviano, è risultato vincitore del bando indetto dalla Regione Puglia, posizionandosi tra i primi posti della graduatoria regionale, in virtù del suo carattere prettamente innovativo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!