Italgest: la vittoria è di rigore

Nuova vittoria per il Casarano, che si impone a Teramo ai rigori

Vittoria sofferta per l'Italgest Casarano che piega la Teknoelettronica Teramo solo ai rigori. La cronaca: Primo tempo tutto sommato in equilibrio, con i padroni di casa più determinati e concentrati rispetto ai nostri che hanno iniziato la partita un po’ sottotono. Alle marcature del Teramo, rispondono i campioni d’Italia con i soliti Stevanovic e Kokuca . Tra i rosso azzurri oggi spicca la presenza del neo acquisto Mark Vidic, il terzino destro che mancava a Massotti e che va a sostituire l’altro mancino Scepanovic, ceduto al Brixen. Il nuovo mancino del Casarano si mette subito in evidenza con un goal anche se per l’intesa con i compagni ed una migliore condizione fisica, bisognerà aspettare ancora qualche giorno. Proprio per questo mister Massotti lo impiega poco. Comunque il Teramo è sempre in avanti con il Casarano che insegue, anche se il gap tra le due formazioni no va oltre le due segnature. Nonostante gli innumerevoli errori sotto porta riusciamo ad acciuffare il pareggio ed andare al riposo in perfetta parità, 10 a 10. Nel secondo tempo la musica non cambia ed è la Teknoelettronica che si porta vanti di due lunghezze, al 40° il risultato è di 12 a 10 per i padroni di casa. Di contro il solito Casarano pasticcione che spreca molto in attacco con ben 5 azioni consecutive che non producono nessuna segnatura. Ma è proprio il neo acquisto Vidic che si mette in evidenza nel momento più difficile. Dal 14 a 11 per il Teramo i campioni d’Italia si portano al 16° a condurre per 16 a 15 con le realizzazioni di Kokuca, Stevanovic, Telepnev ed appunto Vidic che si sta dimostrando un acquisto azzeccato. Però i padroni di casa non mollano e rispondono colpo su colpo. Ad 11 minuti dalla fine il punteggio è 19 a 18 per i campioni d’Italia che oggi stanno trovando non poche difficoltà contro una squadra indubbiamente inferiore sul piano tecnico. A due minuti dalla fine il Casarano, con un rigore trasformato dall’ottimo Stevanovic, si porta a due lunghezze di vantaggio,il punteggio è di 23 a 21 per l’Italgest. Il Teramo non ci sta a perdere e riesce ad acciuffare il pari a pochi secondi dalla fine. Si va ai rigori. Per il Casarano vanno a segno dai sette metri Stevanovic, Kokuca, Vidic, e Torbica. Il Teramo tira i suoi penalty con Raupenas e Manzano, tutti e due andati a segno, ma gli errori di Suriac e Kovacic sono fatali per i padroni di casa che escono sconfitti da questo confronto.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati