“Troppe aperture domenicali”. Protestano i lavoratori

GUARDA IL VIDEO. I lavoratori dell'ipermercato Conad e i rappresentanti di Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltus Uil hanno protestato stamani davanti alla sede del Comune di Cavallino

Al centro della protesta, le ordinanze emesse dai Comuni di Cavallino e Lecce in merito alla liberalizzazione delle aperture domenicali degli esercizi commerciali. Estese anche da gennaio a marzo. “Pur avendo dimostrato – dichiarano le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil – insieme ai sindaci di alcuni Comuni, come Surbo e San Cesario, estrema responsabilità nell'affrontare una tematica così importante in un momento di crisi economica particolarmente delicato, non possiamo permettere che i Comuni di Lecce e Cavallino si sentano in dovere di trasgredire la legge regionale che regolamenta le aperture domenicali, bypassando il confronto con le organizzazioni sindacali di categoria”. Poi aggiungono: “Occorre ripristinare un sistema di regole certo che tuteli tutti i lavoratori impegnati negli esercizi commerciali, ormai esasperati da un andazzo che non permette loro di poter scegliere come trascorrere il proprio tempo libero. La nostra azione sindacale è indirizzata inoltre a riportare il sereno confronto tra le organizzazioni di categoria, al fine di non generare concorrenza sleale tra esercizi commerciali” Ecco le immagini della protesta che si è svolta questa mattina davanti alla sede del Comune di Cavallino:

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!