Personale Provincia. I Gruppi Pd e Misto incontrano sindacati

Sotto accusa i tagli al personale dirigente che avrebbero generato servizi di scarse competenze. Capone e Durante: “Conseguenze di tali azioni sono una totale demotivazione dei dipendenti e una grande confusione”

I capigruppo del Consiglio a Palazzo dei Celestini, Cosimo Durante (Pd) e Loredana Capone (Misto) hanno indetto una riunione con i rappresentanti sindacali dei dipendenti della Provincia, per giovedì 11 febbraio, presso l’Antisala consiliare a Palazzo dei Celestini. “Sono ormai esecutivi gli atti amministrativi della Giunta Gabellone – scrivono in una nota – che ne evidenziano la volontà sistematica di influenzare i dipendenti, di tenerli a freno, forse con l’obiettivo che diventa ogni giorno più trasparente di azzerare un eccezionale esempio di struttura burocratica pubblica capace ed efficiente, messa a punto in 15 anni, che è stata l’insostituibile supporto di una azione di cambiamento del Salento e il riconosciuto esempio di corretta distinzione tra i compiti della politica e quelli della gestione. Gli esempi più salienti dell’organica azione condotta verso i dipendenti provinciali sono in una macrostruttura che, pur costretta a ridurre il numero delle posizioni dirigenziali in conseguenza del pensionamento di diversi dirigenti, ha creato dei Servizi con poche competenze, con mediocri budget, con lo scopo esclusivo di emarginare alcuni dirigenti di grandi e riconosciute capacità. Altro esempio è il completo svuotamento di funzioni operato a danno di altri Servizi, come è successo per il Servizio Trasporti con il Piano di bacino dei Trasporti pubblici, che è stato redatto chissà dove, chissà da chi, chissà per quali ragioni ed interessi. Un’altra situazione a sfavore del personale è l’avviato anamento delle posizioni organizzative, senza aver contestualmente previsto quando ed in quale Servizio assegnarle”. “Conseguenze di tali azioni – continua la nota – sono una totale demotivazione dei dipendenti, una grande confusione e la completa paralisi dei processi innovativi e delle politiche di promozione del Salento che, proprio grazie al personale della Provincia, sono state possibili dal 1995 al 2009. I gruppi consiliari PD e Misto ritengono che l’obiettivo vero della Giunta provinciale sia mettere un argine al personale della Provincia, sino ad addomesticarlo, in modo da tornare all’antico sistema di promiscuità tra ruolo della politica e ruolo di garanzia degli uffici, così che gli assessori ordinino e i dirigenti eseguano e firmino supinamente. Rendere possibile tale obiettivo significherebbe far tornare non solo la Provincia di Lecce, ma tutta l’organizzazione degli uffici pubblici, indietro di 20 anni, ampliando gli spazi di inefficienza, ritardi, clientelismo, sperpero delle risorse, irresponsabilità e arbitrarietà delle scelte amministrative”. “Al fine di conoscere le valutazioni della R.S.U. sulle scelte organiche messe in atto dalla Giunta Gabellone ed apprendere le proposte ed i suggerimenti della stessa R.S.U. – concludono – i gruppi PD e Misto hanno indetto una riunione con i componenti della suddetta rappresentanza sindacale, per giovedì 11 febbraio, presso l’Antisala consiliare a Palazzo dei Celestini”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati