Mesbah prova ad illuminare il Lecce

A Frosinone il franco-algerino insegue il quarto gol consecutivo

A volte il destino è scritto nel proprio nome, come nel caso di Djamel Mesbah, lanterna in arabo, la sua lingua di origine. E’ stato proprio il franco-algerino, originario di Zighoud Youcef, paese a nord dell’Algeria, ad “illuminare” il cammino del Lecce nelle ultime giornate. Tre gol pesantissimi in altrettante gare, che hanno fruttato ai salentini ben cinque punti (nelle difficili trasferte di Sassuolo e Ancona, e nella vittoria casalinga con il Piacenza), trasformando l’ex esterno dell’Avellino in uno dei punti di forza del club giallorosso. Una carriera, la sua, cominciata nel piccolo club francese dell'US Annecy-le-Vieux. Da lì la sua avventura calcistica si è spostata in Svizzera, Servette e Basilea, per essere poi girato in prestito, nel gennaio 2006, al Lorient, frenato però da un grave infortunio. Nell'estate del 2006 ha firmato un contratto con l'Aarau, per trasferirsi poi al Lucerna. L’avventura nel calcio italiano è iniziata invece con l’Avellino, dove Mesbah si è messo in evidenza nella scorsa stagione. In estate l’approdo in Puglia, con un inizio difficile subito cancellato dalle ultime prestazioni. A Frosinone l’esterno giallorosso proverà a centrare un poker utile a confermare il primo posto in classifica e a “vendicare” la sconfitta subita all’andata dai “canarini”, allenati dal grande ex Moriero. De Canio potrà contare sull’apporto dei nuovi acquisti Di Michele e Loviso, arrivati in settimana dal Torino.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!