Amori poco thrilling

Stesso titolo, altre storie per Eagles, BB King, Chet Baker

La fiamma s’è spenta, l’entusiasmo è andato. Càpita di dirlo o di sentirselo dire al capolinea di una relazione. Ci si ritrova che non si è più né amici né amanti, dicono gli Eagles in “After the Thrill is Gone” (sul web, solo in qualche cover casereccia). Rick Darnell e Roy Hawkins, nel 1951, avevano già scritto una canzone in cui, senza tanti giri di parole, ma su un tipico giro di blues, si ripeteva ad libitum che l’entusiasmo, il brio, il brivido… il “thrill” se n’era andato per sempre. La colpa era ovviamente dell’altra e un giorno se ne sarebbe pentita. Gli autori sprofondarono nell’oblio, ma “The Thrill is Gone” divenne famosissima quasi vent’anni dopo grazie a B. B. King che, a parte tutto lo swing da bluesman esperto (qui spalleggiato alla grande), pare molto “thrilled” e poco depresso. Solo smania di potersi guardare nuovamente intorno! Titolo uguale, ma ben altra storia con Chet Baker. Chet lo vede negli occhi e lo sente nei sospiri della compagna che è finita. Poi te lo fa sentire nella voce, la sua e quella della sua tromba. L’amore s’è fatto vecchio e le notti più fredde, perché fingere e tergiversare?

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!