Mediterre in onore delle biodiversità

Nel corso del convegno previsto per stamattina verrà firmato un protocollo di intesa nazionale per la conservazione delle tartarughe marine

Si apre oggi a Mediterre 2010 il primo tavolo di confronto nazionale sulla biodiversità con un convegno dal titolo “2010 Anno Internazionale della Biodiversità: Ora è il tempo di agire”. L’inizio dell’incontro è previsto alle ore 9.30 presso l’auditorium dell’Archivio di Stato, in via Pietro Oreste 45 a Bari. Le relazioni introduttive saranno a cura di David Ainsworth, segretario della Convenzione Mondiale Biodiversità, CBD, Juan Marco Alvarez, capo del Programma Business & Biodiversity dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura IUCN e Gianfranco Bologna, direttore scientifico WWF Italia. Parteciperanno, tra gli altri, Aldo Cosentino, direttore generale della Direzione Protezione Natura del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Giampiero Sammuri, presidente Federparchi – Europarc Italia, Giuliano Tallone, presidente LIPU e Sebastian Winkler, attualmente capo Segretariato di Countdown 2010, un progetto che per la prima volta riunisce a livello globale governi, autorità politiche, organizzazioni ambientaliste e non e settore privato, insieme per un unico e fondamentale obiettivo: tutelare la biodiversità. Dopo le battute conclusive affidate a Onofrio Introna, assessore all’Ecologia della Regione Puglia, sarà firmato il protocollo di intesa “Piano d’azione Nazionale per la conservazione delle tartarughe marine”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!