Mediterre 2010 lancia la sfida alla sostenibilità

GUARDA IL VIDEO. Dal 27 al 30 gennaio 2010 Bari sarà la capitale della sostenibilità: ecco il programma completo di Mediterre tutti gli eventi e le iniziative

Al via la sesta edizione di Mediterre, la manifestazione organizzata dalla regione Puglia in collaborazione con Federparchi. Dal 27 al 30 gennaio 2010 Bari sarà la capitale della sostenibilità con un programma ricco di eventi ed iniziative. La Regione Puglia, in collaborazione con Federparchi, la Federazione italiana riserve e parchi naturali, rinnova l'appuntamento con Mediterre 2010,che giunge quest'anno alla sua sesta edizione. La manifestazione culturale dedicata ai temi della tutela delle risorse naturali e dello sviluppo sostenibile, dal titolo “Sostenibili. Adesso.” sarà ospitata dalla Cittadella della Cultura di Bari per una quattro giorni, dal 27 al 30 gennaio, ed offrirà un ricco calendario di appuntamenti ed iniziative. Saranno presenti ospiti autorevoli nazionali ed internazionali che dibatteranno su tematiche ambientali anche alla luce del recente vertice di Copenaghen. Confronto tra autorità nazionali e locali, enti, istituzioni scientifiche, imprese ed associazioni, ma anche proiezioni di filmati, eventi musicali, manifestazioni dedicate ai cittadini per informare e sensibilizzare sulle tematiche ambientali di più stretta attualità. Nel dettaglio, il programma prevede: Mercoledì 27 gennaio: Ore 10.30 – 13.30. Convegno: “Dopo Copenaghen: il clima cambia? I nuovi impegni dell'Italia dell'Italia e della regione Puglia per ridurre le emissioni di CO2” Mediterre 2010 sarà la prima iniziativa nazionale dopo il vertice di Copenaghen. Esperti italiani ed internazionali si interrogheranno sulla situazione del Pianeta e sulle politiche attuate dai governi per ridurre le emissioni di CO2. Il dibattito verterà anche sulla situazione del nostro paese, in particolare della regione Puglia, dei passi compiuti, quelli da compiere alla luce degli impegni presi con l'ambiente. Il programma della prima giornata sarà completato da una serie di workshop tematici: “I cambiamenti climatici e il degrado ambientale: quale prospettive per la conservazione del patrimonio culturale?”; “Rete Natura 2000 e imprese: nuove economie per la sostenibilità ambientale”; “Lotta contro la desertificazione: razionalizzazione delle risorse in acqua e utilizzo sostenibile delle falde”; “Attività di bonifica della Regione Puglia”; “Acqua di qualità, un bene di tutti. Percorsi formativi per la certificazione ambientale del ciclo dell'acqua”. Giovedì 28 gennaio: Ore 9.30 – 13.30. Convegno: “Turismo e sostenibilità. I Parchi come prodotto.” Nel corso della seconda giornata si tratterà un tema importante per il nostro paese: il turismo sostenibile, un settore notevolmente in crescita negli ultimi anni. L'Italia è, infatti, ricca di Parchi regionali, provinciali e comunali e Aree protette, che rappresentano il 10% del territorio nazionale, un patrimonio sempre più apprezzato dai turisti per le bellezze naturali che offre e il divertimento per adulti e bambini. Ricco, anche per la seconda giornata, il programma dei workshop: “Le potenzialità della Carta Europea del Turismo Sostenibile nelle Aree Protette”; “Le reti ecologiche come strumenti di pianificazione territoriale per la conservazione degli habitat e la riqualificazione paesaggistica” ; “Una rete mediterranea per l'ambiente e lo sviluppo sostenibile”; “Comunicazione per le raccolte differenziate”; “Il contributo delle Oasi Wwf per la valorizzazione e la conservazione della biodiversità in Puglia”. Venerdì 29 gennaio: Ore 9.30 – 13. Convegno: “2010 anno nazionale della biodiversità: ora è il tempo di agire.” A Bari si inaugurerà, con un grande convegno, il 2010, anno nazionale della biodiversità. Sarà dedicato un tavolo di confronto tra esperti internazionali per indagare le metodologie migliori per salvaguardare questa importante risorsa. Fitto e di grande interesse il programma pomeridiano: Assemblea Nazionale delle Aree Marine Protette; Workshop: “Azioni e buone pratiche per la conservazione della biodiversità e la lotta ai cambiamenti climatici”; Seminario “POI Energia – Piano Operativo Interregionale Energia. Un'opportunità per le aree protette”; Workshop: “Attività estrattive in Puglia: stato dell'arte e pianificazione”; Workshop: “La professione di guida ambientale escursionistica come risorsa turistica nelle aree protette: legislazione, competenze, prospettive”; Workshop: “Il singolo del Mediterraneo: la foca monaca, un'amica da salvaguardare” . Sabato 30 gennaio: Ore 9.30 – 12.30. Convegno: “Green economy al sud. Riflessioni e storie su un meridione che ce l'ha fatta”. A chiusura lavori è stato previsto un dibattito sul tema della Green Economy e le risposte date dal sud Italia alla sostenibilità ambientale. Il sud fanalino di coda per molto tempo riguardo all'utilizzo di fonti rinnovabili e non solo, si presenta oggi come un territorio nuovo che si sta riscattando, nonostante i problemi che ancora sussistono. È stato istituito, a tal proposito, il premio “Innovazione Sud” che andrà alle 10 aziende ritenute più innovative dal punto di vista della sostenibilità ambientale. Nel corso della mattinata saranno premiati i vincitori del Premio “Innovazione Amica dell'Ambiente Sud”. Le serate di Mediterre saranno inoltre animate da incontri con personaggi di spicco della cultura, della musica e della letteratura.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!