Rocco Palese è il candidato del Centrodestra alla Regione

L'annuncio ufficiale è arrivato a pochi minuti dalla conclusione delle primarie nel Centrosinistra. Si chiude il toto-candidature nel Pdl pugliese

L’ex assessore al Bilancio della Regione Puglia nella giunta Fitto, Rocco Palese, è il candidate ufficiale del Pdl alle prossime regionali. Una scelta annunciata proprio allo scadere delle votazioni primarie indette dal Centrosinistra e prima che si possa conoscere il nome del vincitore. La nota che ufficializza la candidatura di Palese, recita: “I Coordinatori Nazionali del Pdl, sentito il Presidente Silvio Berlusconi, d’intesa con il Coordinamento Regionale della Puglia e con il Ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, hanno designato Rocco Palese quale candidato per la Presidenza della Regione Puglia, invitando tutte le altre forze politiche alternative alla sinistra a convergere unitariamente sulla sua candidatura”. Soddisfatto, felice ed orgoglioso si dice lo stesso Palese, che annuncia una campagna elettorale improntata alla “coerenza” e alla “concretezza” e promettendo di riportare il centrodestra al governo della Puglia. Rocco Palese è nato il 31 dicembre 1953 ad Acquarica del Capo (Lecce): da sempre legato al ministro Raffaele Fitto, è stato suo vicepresidente ed assessore regionale al bilancio dal 1997 al 2005. Si è laureato nel 1981 in Medicina a Bari, specializzandosi in chirurgia generale e chirurgia d’urgenza e Pronto Soccorso. Autore di numerosissime pubblicazioni scientifiche, è stato aiuto di Chirurgia Generale (Ospedale di Gagliano del Capo) dal 1991 e poi direttore sanitario dell’Ospedale di Gagliano del Capo dal 1993 al 1995. Consigliere regionale dal '95, ha svolto ruolo di guida dell’opposizione nell’ultima legislatura.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!