Porto abusivo d'armi, denunciato investigatore privato

Un 41enne di Taranto è stato fermato dai militari della Questura di Lecce nel poligono di tiro “Principe di Piemonte”, dove aveva appena finito di allenarsi

L'uomo, M.M, responsabile di un’ agenzia di investigazione ed operatore di sicurezza con sede nella provincia di Taranto, è stato fermato ieri mattina dagli agenti della Polizia di Stato in Viale Grassi, presso il poligono di tiro “Principe di Piemonte”. Deteneva illegalmente armi da punta e da taglio, oltre a munizionamento di ogni genere. Armato di coltello, dopo aver fatto esercitazione di tiro con la pistola, si era allontanato dopo aver acquistato ulteriori cartucce dello stesso calibro senza utilizzarle, contravvenendo alle norme vigenti. Le indagini svolte dai poliziotti delle volanti hanno accertato che l’uomo, dopo essersi allenato al poligono, aveva portato con sé un quantitativo considerevole di cartucce senza utilizzarle per la finalità sportiva. Era stato inoltre notato con indosso un cinturone con allacciata una fondina con all’interno un coltello di grosse dimensioni assicurato alla gamba destra; un manganello telescopico infilato nella cintola del pantalone ed un porta manette. Al momento del fermo, l'uomo aveva con sé nella fondina portata alla cintola, una pistola marca Glock modello 21C, calibro 45 acp perfettamente funzionante priva di caricatore, ed un coltello multiuso marca Victorinox. Mentre nella tasca destra dei pantaloni, i militari hanno rinvenuto un coltello a serramanico, in metallo, marca ZT, della lunghezza totale di cm 23, di cui cm 11 di lama e cm 12 di manico; nella custodia in cordura di colore nero portata a tracollo dal predetto, una Carabina Beretta CX4 STORM, calibro 45, avente matricola CK05389, completa di cinque (5) caricatori scarichi, ottica red-point marca royal plus, torcia marca fenix TK11, prefettemante funzionante e priva di caricatore; mentre nella mano sinistra deteneva due confezioni di munizionamento, complete cadauna di 50 cartucce, per un totale di 100 cartucce, calibro 45, marca Magtech, acquistati all’interno del poligono Principe di Piemonte. Da un ulteriore accertamento effettuatto all’interno del trolley trascinato dall'uomo, i militari della Polizia di Stato hanno rinvenuto un coltello a serramanico, in metallo con relativa custodia di colore nero, della lunghezza totale di cm 31, di cui cm 18 di lama e cm 13 di manico, marca extrema-ratio; un coltello multiuso, marca Dakota; due manganelli telescopici in metallo uno marca “Schrade”, colore nero, della lunghezza complessiva di cm 53, di cui cm 32 la parte metallica e cm 21 di manico, l’altro bicolore nero-grigio, della lunghezza totale di cm 40, di cui cm 24 la parte metallica di colore nero, cm 16 di manico avente colore grigio; 4 caricatori scarichi della pistola detenuta; una confezione da 50 cartucce calibro 45, marca Fiocchi 45 acp, regolarmente dichiarati. Parte del materiale è stato sottoposto a sequestro penale. Per altri oggetti rinvenuti si è proceduto al ritiro cautelativo per ulteriori accertamenti di natura amministrativa da parte dell’Ufficio competente della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!