Cultura sotto Osservatorio

Un Coordinamento delle attività e delle produzioni culturali. E’ l’esigenza emersa nel corso della prima Conferenza provinciale sulla Cultura

Si sono conclusi ieri mattina i lavori della “Prima Conferenza provinciale sulla Cultura. Verso un Osservatorio Provinciale per il coordinamento e lo sviluppo delle attività e delle produzioni culturali” che ha visto oltre 481 soggetti tra enti, associazioni e singoli operatori, confrontarsi e fare il punto sul sistema culturale salentino. Sono state due giornate di intenso lavoro iniziate mercoledì con un doppio appuntamento, la mattina una sessione plenaria generale e di apertura e il pomeriggio con incontri in parallelo suddivisi per argomento: Spettacolo dal vivo sdoppiato in sezione “Musica” e sezione “Teatro e Danza”; Audiovisivo; Editoria; Associazionismo Culturale; Istituzioni Culturali e Arte, Design e Architettura. Ieri, infine, la conclusione dei lavori nei gruppi e la Sessione plenaria finale, con la discussione e l’approvazione dei documenti redatti per argomento e gli interventi di chiusura. E’ stato condiviso il bisogno di istituire un organismo, una consulta provinciale stabile sulla cultura in grado di programmare e di coordinare l’intero sistema culturale salentino; una cabina di regia che sovrintenda alla formazione, alla promozione, al sostegno dei progetti delle associazioni del territorio; un osservatorio abile a censire e a mettere a disposizione spazi specifici per le manifestazione e gli eventi, capace di lavorare attraverso una programmazione condivisa e calendarizzata, con precisione nei tempi e negli stanziamenti. E’ emersa inoltre una viva esigenza di comunicare tra enti ed associazioni ricercando uno scambio di informazioni che vada oltre l’elencazione degli appuntamenti o degli adempimenti e che punti dritto alla formazione, alla crescita delle giovani menti e dei talenti nel rispetto di norme trasparenti ed accessibili. “Esprimo la mia soddisfazione e gratitudine – ha dichiarato Simona Manca, vice presidente della Provincia di Lecce e assessora alla Cultura – per questa iniziativa che ha visto, per la prima volta, la partecipazione seria e responsabile di un così alto numero di associazioni, enti ed organizzazioni. Abbiamo più volte sottolineato come questo sia solo un momento iniziale della nostra programmazione politica rivolta al sistema culturale salentino”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!