Torna a rivivere il “Tito Schipa”

Dalla Regione Puglia 1 milione e mezzo di euro per far rinascere l’ex liceo musicale

Di Daria Ricci Sinergie : Regione Puglia e Provincia di Lecce. Stima reciproca: vice presidente della Regione Loredana Capone e presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone. Ribadite ancora una volta in conferenza stampa. Progettualità di sviluppo culturale e sociale che devono andare oltre le appartenenze politiche. Ed ecco il finanziamento di un milione e mezzo di euro e la rinascita dell’ex liceo musicale “Tito Schipa”. “Un contenitore culturale orgoglio della città negli anni passati che possa tornare a vivere e racchiudere in maniera concreta la sua storia e diventare un contenitore culturale di grosso spessore”, ha sottolineato Gabellone; “Tito Schipa, orgoglio della nostra città, ha fatto conoscere la nostra terra fuori dai confini nazionali vedrà utilizzato il suo nome per un importante progetto culturale”, ha detto Capone. Tornerà a splendere e ad essere l’orgoglio del Salento l’ex liceo musicale “Tito Schipa” e tornerà ad essere l’opera che accoglie l’opera, in senso simbolico ovviamente. Un vero e proprio laboratorio culturale aperto alle esperienze musicali. “Che farà del liceo leccese – ha spiegato – il punto di riferimento socio-culturale del territorio. L’ex liceo musicale tornerà a splendere nella sua destinazione culturale che certamente saprà esaltare il ruolo del nostro maestro che dal debutto, avvenuto esattamente cento anni fa negli Stati Uniti, ha potuto rappresentare la città di Lecce e l’Italia intera nel mondo. Questo grazie ai finanziamenti che la Regione Puglia ha destinato al recupero e alla valorizzazione della struttura ormai, da troppo tempo, bisognosa di interventi specifici”. Un milione e mezzo di euro da fondi recuperati per dare dignità ad luogo carico di storia e dalle grandi potenzialità. Per la struttura già dotata di una progettualità avanzata i lavori dovranno obbligatoriamente essere avviati entro il 30 giugno 2010.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!