Il Lecce punta in alto

Vives regala l’ultima vittoria del Lecce contro l’Empoli. Dopo l’1-0 la squadra salentina punta alla vetta della classifica

Di Andrea Morrone Corazzata giallorossa. Quindici giorni da sogno, tanti ne sono bastati al Lecce per cambiare passo e fisionomia ad un campionato di B che ha visto i salentini conquistare prepotentemente la vetta. Quattro vittorie per dimenticare un inizio fatto di alti e bassi, superare nell’ordine Salernitana, Gallipoli, Reggina ed Empoli (giocate praticamente sempre in casa), ed affiancare la rivelazione Ancona sulla vetta del torneo cadetto. Le otto reti realizzate, a fronte di solo due subite, sintetizzano la solidità di una squadra che sembra finalmente riuscita a trovare equilibri e alchimie di gioco. In difesa, il quartetto composto da Angelo (sostituito da Belleri nella vittoria con i toscani), Schiavi, Terranova e Giuliatto, pare poter offrire le giuste garanzie per imporsi un campionato lungo e difficile come quello di B. In attacco De Canio può invece contare su un quartetto di giovani attaccanti di talento come il francese Baclet (cinque centri in stagione), l’ex atalantino Defendi, e la premiata ditta Corvia-Marilungo (otto reti in due). Quattro titolari a tutti gli effetti che consentono al tecnico materano di svariare formazioni e moduli offensivi, supportati da un centrocampo abile a cercare gli inserimenti in avanti. Non è un caso se sia stato un centrocampista come Vives, abile sia in fase di interdizione che di costruzione del gioco, a regalare l’ultima preziosissima vittoria contro una diretta concorrente come l’Empoli. La classifica corta non consente distrazioni e passi falsi, i giallorossi sono chiamati a confermare anche lontano dal “Via del mare” il loro momento positivo. Magari già dalla prossima difficile trasferta in casa di un Torino alla ricerca di punti. Un banco di prova fondamentale per saggiare le reali ambizioni di De Canio e soci. Luci e ombre, invece, per il Gallipoli. Dopo la grande impresa di Brescia ed aver finalmente interrotto un digiuno di gol di ben 464 minuti, agli uomini di Giannini è risultato fatale l’ultimo quarto d’ora di gioco nella trasferta a Bergamo con l’Albinoleffe. Prima l’eterno Gigi Sala e poi Foglio (due difensori) hanno impedito alla formazione jonica di portare a casa un punto prezioso. In evidenza i soliti problemi di un attacco dalle polveri bagnate. L’ultima rete di Di Gennaro risale all’ormai lontano pareggio di Vicenza, datato diciannove settembre, mentre per trovare un gol dell’ex bomber Ginestra, bisogna andare indietro di altri sette giorni, alla trasferta di Grosseto. Per la formazione del presidente D’Odorico, sabato si prospetta una gara assai difficile con un Frosinone reduce da due sconfitte consecutive e alla ricerca di punti utili a riconquistare il primato perduto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!