Primo bilancio delle 16 ore

A sette mesi dall’avvio dei Corsi obbligatori per i neoassunti in edilizia avviate in Puglia 123 edizioni che hanno coinvolto 667 lavoratori e 541 aziende

Positivo in Puglia e nella Provincia di Lecce il bilancio delle così dette “16 ore”, il corso di formazione che dal primo gennaio 2009 un lavoratore al primo ingresso nel settore edile deve, prima dell’assunzione in impresa, effettuare. Si tratta di una formazione di mestiere, molto attenta alla sicurezza, della durata appunto di 16 ore che si svolge gratuitamente presso la Scuola Edile. Questa importante innovazione introdotta da ANCE e da altre associazioni imprenditoriali insieme a FENEAL-UIL, FILCA-CISL e FILLEA-CGIL – nell’ultimo Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro delle costruzioni ha permesso, con 134 edizioni, a 667 lavoratori appartenenti a ben 541 imprese edili pugliesi di ricevere una formazione specifica di settore. La Provincia di Lecce ha fatto registrare un risultato di frequenza davvero notevole, specie se raffrontato con i risultati pur positivi delle altre province pugliesi (Bari: 28 edizioni – 220 partecipanti – 161 aziende; Brindisi: 19 edizioni – 66 partecipanti – 55 aziende; Foggia: 24 edizioni – 126 partecipanti – 115 aziende; Taranto: 24 edizioni – 77 partecipanti – 56 aziende). Lecce ha visto con 28 edizioni la partecipazione ai Corsi organizzati dalla Scuola Edile di 198 lavoratori appena assunti da 154 aziende locali. Tutti i costi del corso sono a carico delle Scuole Edili (docenza, pasti a mezzogiorno, tuta, scarpe, casco) solo se il futuro dipendente entra in formazione prima del primo giorno di assunzione, altrimenti, se l’impresa assume il lavoratore senza averlo preventivamente inviato a frequentare il corso, ha 30 giorni di tempo a partire dal primo giorno di assunzione per fargli frequentare il corso accollandosi i costi dei permessi retribuiti e non potrà chiedere rimborsi. Le Scuole Edili, in sintonia con quanto fatto nei mesi scorsi, hanno predisposto già dal mese di Settembre un calendario dei corsi formativi di 16 ore con la disponibilità di almeno un corso di formazione a settimana. Il corso si svolge a Taranto e Bari il giovedì ed il venerdì, a Lecce e a Brindisi il martedì ed il mercoledì e a Foggia il venerdì e lunedì, in un laboratorio attrezzato ed ha un carattere assolutamente pratico-applicativo. Ha lo scopo di insegnare a svolgere bene e in sicurezza le mansioni che normalmente vengono assegnate in cantiere ad un nuovo assunto senza esperienza di lavoro in edilizia. Al termine l’allievo avrà imparato le basi minime per cominciare a lavorare in cantiere, ma soprattutto avrà appreso gli elementi base della prevenzione degli infortuni e le regole da seguire per la sicurezza e la salute. Al termine del corso la Scuole Edili rilasciano l’attestato che permette all’impresa di dimostrare di aver adempiuto a quanto prescritto sia dalla legge (art. 37 del D. lgs 81/08 Testo Unico) che dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (artt. 110 e 91).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!