Oronzo Macondo. L’isola felice della web scrittura

Dal 2 al 4 ottobre scrittori e critici italiani saranno ospiti dell’agriturismo Villa Conca Marco per approfondimenti sulla letteratura contemporanea con particolare attenzione a blog, siti internet, riviste e comunità virtuali

Di Daria Ricci “Oronzo Macondo” per dire di un’isola felice (il riferimento è al paese immaginario dove si svolge “Cent’anni di solitudine”), un luogo mitico che nel caso degli organizzatori del convegno che da quell’isola prende il nome potrebbe essere quella terra virtuale dove si fa scrittura, che guarda alla cultura in tutti i suoi aspetti con uno sguardo rivolto al territorio. “Oronzo” è il nostro territorio. Ma anche scrittura e scrittori. Tante domande tante risposte. E un convegno, appunto, dal 2 al 4 ottobre. Per dire anche come il web ha cambiato modi e percorsi della letteratura e dello scrivere. Quale rapporto c’è tra letteratura, linguaggi e nuovi media. Quale è l’aspetto creativo e della comunicazione al tempo del digitale. Sono alcuni dei temi di cui si discuterà a partire dal 2 ottobre nella tre-giorni “Oronzo Macondo – Writers’ Factory”. Si tratta di un evento unico nel panorama culturale italiano: per tre giorni alcuni intellettuali (scrittori e critici italiani tra i più interessanti) saranno ospiti del Salento (presso l’agriturismo Villa Conca Marco a Vanze) per tavole rotonde, incontri, dibattiti, workshops, performance, approfondimenti sulla letteratura italiana contemporanea organizzati sotto forma di residenza artistica e con particolare attenzione alle nuove frontiere della cultura (blog, siti internet, riviste e comunità virtuali). Questi alcuni degli ospiti che hanno già confermato la loro presenza: Gianni Biondillo, Davide Borrelli, Girolamo De Michele, Carlo Formenti, Elisabetta Liguori, Massimo Maugeri, Giulio Mozzi, Paolo Nori, Antonio Pascale, Livio Romano, Michele Trecca, Giorgio Vasta, Dario Voltolini. Altro elemento di grande novità del progetto è il portale www.oronzomacondo.it: non solo uno spazio virtuale per la fruizione dei contenuti che si produrranno durante la tre giorni, ma anche e soprattutto uno strumento per sviluppare dibattito e ospitare i contributi degli scrittori e dei lettori, dei critici e degli internauti che vorranno, già da oggi, contribuire ai dibattiti (o proporne di nuovi). “Oronzo Macondo” è organizzato dall’omonima associazione culturale, vincitrice del concorso “Principi Attivi – Giovani idee per una Puglia migliore” promosso dalla Regione Puglia e dal Ministero per la Gioventù.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!