A Koreja la stagione dei ragazzi

Dal 23 novembre ai Cantieri Koreja il Teatro per i ragazzi. Per il quindicesimo anno consecutivo alle scuole di ogni ordine e grado un nuovo e ricchissimo cartellone di appuntamenti teatrali

In scena ancora una volta un progetto didattico che mette al centro il mondo delle fiabe, la drammaturgia per l’infanzia e i classici, ma anche novità e attualità. Si affronteranno temi tradizionali come la paura e il viaggio, l’eterna lotta fra il bene e il male, la natura, la famiglia e il rapporto con gli adulti, il coraggio che fa crescere, la cultura e l’importanza dei libri e temi di attualità destinati a orientare una sensibilità in formazione e ad aprire nuove finestre di riflessione su problematiche come quella dei rifiuti, della diversità, della contaminazione culturale e della malattia mentale. Per le scuole superiori abbiamo affrontato autori classici e testi della letteratura moderna veicolando attraverso il teatro gli strumenti utili a dialogare con i più giovani. Ad inaugurare la stagione la compagnia Fontemaggiore di Perugia con un originale Cappuccetto Rosso in cui mani e piedi si trasformano in burattini e raccontano la fiaba attraverso una nuova materia narrativa. Il cartellone prosegue con Storia di un uomo e della sua ombra della compagnia Principio attivo, Teatro di Lecce finalista al premio Scenario infanzia 2008, un sogno, un incubo o forse un gioco in cui le paure umane sono viste con sguardo leggero e ironico, tanto da trasformarsi in coraggio e voglia di crescere. Ancora Zerogrammi di Teatrofficina Zerogrammi, di Torino che restituisce alla danza la leggerezza di un linguaggio diretto, colorato, poetico nel paradosso che è la vita stessa. Primo premio di coreografia Festival Oriente e Occidente 2008 e premio miglior spettacolo Festival Giocateatro 2009, lo spettacolo è stato premiato per l'originalità del percorso di ricerca e le eccellenti qualità performative dei due danzatori, che generano uno spettacolo poetico, giocoso e ironico, godibile a più livelli di lettura. Atteso ritorno con Chisciotte Fenicottero, per Cada Die Teatro di Cagliari, una delle compagnie italiane più importanti di teatro di ricerca che trova nella scrittura di fiabe originali e nelle tecniche di narrazione, il fulcro del proprio lavoro. In scena il Teatro L’Uovo de L’Aquila con Monnezza! vero e proprio contributo teatrale che con i suoi mille linguaggi e i suoi infiniti strumenti espressivi cerca di sensibilizzare le giovani generazioni alle problematiche del risparmio energetico. La compagnia La luna nel letto (Ruvo di Puglia – Bari) propone Senza piume, fiaba moderna sulla malattia psichica e l’assurdità della gente comune; ancora accademia Perduta Romagna Teatri sarà in scena con Il pifferaio magico ripresentato in un’antologica della compagnia alla 52° edizione del festival dei Due mondi di Spoleto, spettacolo magico e divertente che conduce il pubblico dei bambini ad una riflessione profonda sull’importanza dell’onestà di chi governa un paese. Non solo fiaba ma gioco di rime, musica dal vivo e teatro in cui gli spettatori sono proiettati in una scenografia che, come una scatola magica, si trasforma, dando vita a suggestive ambientazioni e continue sorprese. La Città del teatro di Cascina, Pisa, porta in scena Mammatrigna, viaggio nel mondo delle mamme e nei loro comportamenti, vero e proprio inventario, tra il reale e il fantastico, dei possibili modi in cui si può diventare una mamma e dei diversi modi di esserlo mentre il Teatro del Piccione di Genova con Rosaspina, spettacolo che ha partecipato al festival di Avignone 2009, propone una versione dolce e visionaria della Bella addormentata, per parlare con la profondità e la leggerezza della fiaba, per ridere di piccole cose e dar voce a grandi domande, e poi sorprendere e divertirsi, e alla fine mettere ordine nel cuore. Novità assoluta di questa stagione due possibilità che Koreja offre per coniugare spettacolo e cultura alla didattica. Sarà possibile passare una giornata a teatro, con visione dello spettacolo, incontro con gli attori, visita alla struttura, pranzo presso Koreja e soprattutto partecipazione ad un mini-laboratorio che permetterà di approfondire la conoscenza del linguaggio teatrale sotto la direzione di uno degli attori di Koreja. Sarà anche possibile scegliere di trascorrere una giornata fra teatro e città, con visione dello spettacolo, incontro con gli attori, pranzo presso Koreja e visita guidata nel centro storico di Lecce, alla scoperta dei palazzi cinquecenteschi e delle meraviglie barocche.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!