Oltre. Scuola e frontiere outdor

Approvato e finanziato il progetto Oltre – Outdor learning for teachers’ experiences, promosso dalla Provincia di Lecce

Il progetto Oltre – Outdor learning for teachers’ experiences, promosso dalla Provincia di Lecce, promuove la mobilità transnazionale di 40 docenti provenienti dalla rete degli Istituti di Istruzione Superiore della Provincia di Lecce presso organismi partner in Germania e Gran Bretagna, al fine di favorire nei beneficiari lo sviluppo e il trasferimento di competenze, conoscenze, prassi educative, in materia di metodologie didattiche innovative e nella fattispecie di apprendimento esperienziale e Outdoor Education. Il servizio Politiche Comunitarie della Provincia di Lecce si è attivato per la progettazione di questo percorso formativo da compiere in Germania e Gran Bretagna, paesi nei quali, a differenza dell’Italia dove l’Outdoor Training è poco conosciuto, tali metodologie e approcci sono praticati da decenni e diffusi all’interno dei sistemi di istruzione e formazione professionale. Così è nato il progetto “Oltre”. Il progetto Oltre intende capitalizzare i risultati e proseguire il percorso avviato nel quadro dei due progetti europei NEXT New Experiences in Training (Leonardo da Vinci 2000-2006 Progetti Pilota) e ESPRIT Experiential Supporting Programmes for Innovation in Training (Leonardo da Vinci 2007-2013 Trasferimento di Innovazione), coinvolgendo gli istituti scolastici che hanno partecipato a tali iniziative e i docenti partecipanti alle attività realizzate. Questi ultimi hanno riconosciuto il valore degli strumenti pedagogici in oggetto, i quali, facendo riferimento a modelli d’azione basati sull’esperienza e sull’avventura, si rivelano particolarmente utili per sviluppare nei giovani in formazione l’acquisizione delle competenze trasversali (interpersonali, logiche), l’autostima e la motivazione all’apprendimento nonché per favorire la coesione del gruppo classe e dunque per contribuire alla lotta a fenomeni quali dispersione scolastica, integrazione di soggetti provenienti da contesti svantaggiati, ecc. In considerazione delle azioni avviate nei due progetti Next ed Esprit, i docenti hanno espresso alla Provincia di Lecce l’esigenza di approfondire e aggiornare la formazione ricevuta al fine di sviluppare e/o migliorare le loro competenze e conoscenze nel campo della progettazione, facilitazione e gestione di contesti e azioni di apprendimento esperienziale e in particolare di outdoor education. Nello specifico, il progetto prevede la realizzazione di un periodo di mobilità della durata di una settimana da realizzarsi in due flussi separati, ovvero 20 docenti si recheranno presso il partner Threshold Consulting in Gran Bretagna (Flusso A) e 20 docenti si recheranno presso il partner BSJ in Germania (Flusso B). In entrambi i casi i programmi formativi oggetto della mobilità includono workshop di apprendimento e facilitazione di attività esperienziali e outdoor education, sessioni teoriche sui modelli pedagogici in oggetto e i possibili sviluppi all’interno del mondo scolastico nonché visite a centri di outdoor education. In tal modo l’esperienza di mobilità permetterà dunque ai docenti di aggiornare le loro competenze e conoscenze in materia di apprendimento esperienziale e outdoor education, instaurare relazioni e scambiare esperienze con organismi e docenti che già utilizzano tali approcci e metodologie in altri paesi, acquisire buone prassi in materia di prassi e modelli didattici innovativi da diffondere al ritorno nelle strutture di appartenenza nonché sviluppare abilità professionalizzanti quali capacità interculturali, di lavoro in gruppo e linguistiche. Il periodo di mobilità transnazionale in Germania e Gran Bretagna sarà nei due territori di Lecce e Pescara preceduto da una preparazione linguistica e culturale nonché pedagogica sull’apprendimento esperienziale e outdoor education, seguito da attività di valutazione e validazione delle competenze acquisite nonché di condivisione e disseminazione delle esperienze realizzate.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!