Roberto Vecchioni fa scacco a Dio

Domani sera alle ore 21 presso la torre saracena, all’interno della rassegna culturale dell’Union 3 “Note di fantasia sotto le stelle”, Roberto Vecchioni presenterà il suo ultimo lavoro

Domani sera alle ore 21.00 presso la torre saracena di Porto Cesareo, all’interno della rassegna culturale dell’Union 3 “Note di fantasia sotto le stelle”, Roberto Vecchioni presenterà il suo ultimo lavoro letterario “Scacco a Dio”. Roberto Vecchioni torna ad emozionarci con la sua affabulazione, con le sue storie capaci di cogliere e svelare, d’incanto, gli abissi dell’animo umano. “Scacco a Dio” , pubblicato da EINAUDI, racconta una parte poco nota, anzi mai narrata in precedenza, della vita e delle opere di grandi uomini ( come Oscar Wilde, JFK, Federico II Shakespeare e altri ) che hanno sfidato Dio per costruirsi con forza un destino diverso da quello che sembrava già scritto. Le storie ribelli di chi vuol essere altro da sé. I racconti della sfida che alcuni uomini decisamente speciali, da Catullo a John Fitzgerald Kennedy, hanno mosso a Dio inventandosi un destino diverso da quello che l’Eterno (e la Storia) hanno deciso per loro. Con “Scacco a Dio” , Roberto Vecchioni racconta attraverso i personaggi un pò di sè, interrogandosi sull’esistenza di Dio, sul valore della fede, sul perchè qualcosa di così grande, non si vede e non si sente, anche se sei disposto a barattare la tua stessa vita in cambio di un segno. Fernando Fai, fermamente convinto della grande valenza culturale dell’iniziativa, volta a valorizzare e rivitalizzare l’uso del libro come strumento di trasmissione di emozioni e di saperi ha dichiarato : “L’arte di scrivere di Roberto Vecchioni si ispira all’Amore, raccontato in forma lirica, si trovano in essa, evidenti tracce autobiografiche, pregne di sentimenti persi o ritrovati, di occasioni non colte, di affetti vicini o dimenticati ma anche di impegno, motivazione e voglia di agire. Sono chiare e forti emozioni, autentiche, che si fanno leggere perché intelligentemente inserite in dimensioni di sogni, di ricordi, e di speranze che aprono ad un nuovo futuro”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!