L'esperta di mercati esteri

A Lecce un corso completamente gratuito

Il progetto, organizzato nell’ambito del Complemento di Programmazione del POR Puglia 2000 – 2006, Asse III, misura 3.14, azione d) – Avviso n. 08/2009, mira a formare una figura professionale in grado di fornire consulenza ad imprese, organizzazioni e istituzioni che intendano operare sui mercati esteri, aprire uffici di rappresentanza e promozione, organizzare missioni internazionali. Il corso è rivolto a 18 donne disoccupate in possesso di laurea, preferibilmente in economia, giurisprudenza, scienze politiche o lingue, con competenze di base in informatica e inglese. Il percorso formativo, che affronterà tematiche di comunicazione, teambuilding, negoziazione, relazione con il cliente, marketing per il commercio estero, ha una durata di 600 ore (350 aula – 250 Stage) e ad ogni partecipante verrà corrisposta una indennità di frequenza pari a 5,00 euro l’ora. Le domande di partecipazione, scaricabili dal sito www.assri.it, devono essere corredate da curriculum vitae in formato europeo, firmato in originale, e da una copia di un documento di riconoscimento valido. I moduli di iscrizione devono essere consegnati a mano o inviati a mezzo raccomandata a/r entro le 13.00 del 4 settembre 2009 all’indirizzo: Azienda Speciale per i Servizi Reali alle Imprese, Via Q. M. Corrado n. 1 – 73100 Lecce. Per ulteriori informazioni contattare la segreteria Assri telefonando al numero 0832.332279 o scrivendo una e-mail a [email protected] Al termine del percorso che si terrà presso l’Azienda Speciale per i Servizi Reali alle Imprese sono previsti esami finali per il rilascio dell’Attestato di specializzazione riconosciuto dalla Regione Puglia ai sensi dell'art. 8 della Legge 21/12/78 n. 845 e dell'art. 29 della Legge Regionale 07/08/2002 n.15.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment