Sportelli chiusi venerdì alla Ipe

Debiti non solo con i comuni ma anche con i suoi dipendenti. Sciopero dei dipendenti che rivendicano il pagamento di alcune mensilità

“Debiti non solo con i comuni ma anche con i suoi dipendenti”. Sportelli chiusi venerdì alla Ipe, la società concessionaria dei tributi locali conferita nella Tributi Italia spa, per uno sciopero dei dipendenti che rivendicano il pagamento di alcune mensilità. “Il personale di Tributi Italia S.p.A. – si legge nel volantino distribuito ai contribuenti – è seriamente preoccupato non solo per la pesante situazione debitoria nei confronti dei Comuni e per il mancato pagamento di alcune mensilità ma anche per l’assoluta incertezza delle prospettive future. I dipendenti di Tributi Italia sono in sciopero per tutelare i propri diritti e per richiedere la solidarietà della Cittadinanza e delle Amministrazioni Comunali”. La giornata di sciopero è stata confermato dopo che la società, dopo un incontro avvenuto a Roma, non è riuscita a convincere le organizzazioni sindacali sul suo stato finanziario. Ricordiamo che l’amministrazione comunale ha di recente risolto il contratto con la “Ipe” per “gravi inadempienze nei confronti del Comune”. La concessionaria, infatti, non avrebbe ancora riversato nelle casse comunali gli introiti relativi all’Ici. In questi giorni, i casaranesi hanno ricevuto per posta la richiesta di pagamento della Tarsu da effettuarsi all’Ipe. Alla luce degli ultimi avvenimenti, i cittadini sono indecisi se versare la tassa all’Ipe o direttamente nelle casse comunali.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!