De Masi-Pd in cerca d'intesa

Ore decisive per l'avvio della nuova amministrazione, ma le posizioni sulla Fersino vicesindaco sono opposte. Tra stasera e domani mattina il sindaco presenterà la Giunta

Con il fiato sospeso. Questa sera, o al massimo domani mattina, il sindaco Ivan De Masi dovrebbe annunciare la squadra di governo e la composizione dello suo staff. Dalle personalità che compongono la giunta municipale e dalla distribuzione delle deleghe si capirà se il Partito Democratico farà ancora parte della coalizione che sostiene il sindaco oppure deciderà di passare all’opposizione. Ieri sera, infatti, il coordinamento cittadino del partito si è riunito per discutere la posizione da prendere. Se De Masi dovesse confermare le intenzioni di nominare assessore Francesca Fersino, affidandole anche la delega di vice sindaco, il Pd passerà all’opposizione. La situazione è diventata difficile e delicata. L’ingresso del gruppo Fersino in “Io Sud”, e quindi nella maggioranza, ha generato un coro di proteste all’interno del Partito Democratico locale. Viene contestata la scelta di far entrare, sin dal principio, nella compagine di governo una forza politica che, fino a un mese fa, era stata avversaria del Pd e del suo candidato sindaco. “Il movimento della Poli ha diritto all’assessorato – ha affermato un esponente del partito – ma darlo alla Fersino non è accettabile. E’ irrispettoso nei nostri confronti”. Non è bastato il lungo colloquio dell’altro ieri tra De Masi e Venuti per appianare i dissidi. La spinta di quelli che vogliono rompere è forte e solo questa mattina si saprà se è stata sufficiente. Il sindaco, tuttavia, prima di fare l’annuncio della squadra vuole fare un ultimo giro di consultazioni con le forze politiche che lo sostengono e, pare, vuole anche organizzare un vertice con tutte le delegazioni. Quanto alla composizione della giunta, le indiscrezioni non sono cambiate: Attilio De Marco (Udc), Marcello Torsello (Insieme per Casarano), Massimo Toma (lista De Masi) e la Fersino sono praticamente sicuri; se il Pd dovesse rimanere nella maggioranza, un posto se lo contendono Marco Nuzzo e Marcello Scarpino, l’altro Giulia Tenuzzo e Loredana Torsello; per l’ultimo posto c’è un ballottaggio tra Maria Assunta De Marco (Partito Socialista) e Gianni Bellisario.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!